Contenuto sponsorizzato

Ha nascosto un buco di 900 mila euro, nei guai un albergatore

La guardia di finanza ha scoperto che non sono stati registrati nelle scritture contabili circa 100 mila euro all'anno. Anche il proprietario dell'immobile rischia di essere coinvolto nel processo in quanto non ha mai dichiarato al fisco 72 mila euro all'anno di credito

Pubblicato il - 23 novembre 2017 - 09:25

ROVERETO. Aveva nascosto tra le pieghe delle scritture contabili circa 900 mila euro di debiti. Nonostante tutto è riuscito a ingannare banche e fornitori per diversi anni, fino a quando il banco non è però saltato e un albergatore della Vallagarina si è trovato costretto a dichiarare il fallimento.

 

La guardia di finanza ha ricostruito che questo modus operandi andava avanti da circa dieci anni e ora l'uomo rischia di dover rispondere per bancarotta, 'fraudolenta' per la falsificazione dei libri contabili e 'semplice' per aver nascosto l'effettivo stato di dissesto economico verso banche e fornitori, esposti inconsapevolmente a rischi.

 

Un 'buco' di 900 mila euro accumulato in dieci anni per un rosso di circa 100 mila euro l'anno. La maggior parte del disavanzo deriva dalla mancata registrazione tra le spese di 72 mila euro all'anno per il contratto di locazione dell'immobile utilizzato per l'attività.

 

E' stato lo stesso proprietario dell'immobile, a fallimento ormai dichiarato nei primi mesi del 2017, a presentarsi al curatore per chiedere la registrazione del passivo di 720 mila euro.

 

Questi 720 mila euro ora rischiano di metterlo nei guai in quanto risulta cointeressato nella società fallita, ma soprattutto il fisco non ha mai saputo niente di questa cifra in gioco. Ora i giudici dovranno accertare i rapporti tra i due all'interno della società a responsabilità limitata, mentre resta il reato di bancarotta.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.21 del 25 Settembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 settembre - 20:18

La mappa del contagio comune per comune. Oggi in Alto Adige è stata chiusa la prima scuola della regione per un focolaio tra gli studenti

25 settembre - 19:15

Preoccupa il ritorno dei contagi, soprattutto in vista della stagione invernale e sulle piste da sci. Il consigliere del Patt Dallapiccola deposita un’interrogazione: Finora questa Giunta non ha dato dimostrazione di particolare prontezza di riflessi e di efficacia nelle risposte ai problemi che via via si presentano”

25 settembre - 16:21

Nelle ultime 48 ore in Alto Adige sono stati individuati quasi 90 positivi. Di questi cinque sono studenti di scuole diverse (ecco quali) dove scatteranno le normali misure di quarantena per i compagni mentre altri cinque sono stati individuati solo nell'istituto di Merano. Per sicurezza da lunedì 28 settembre fino a venerdì 9 ottobre 2020 compreso la scuola resterà chiusa e si torna alle lezioni digitali

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato