Contenuto sponsorizzato

Per la vendemmia arrivano in 25 da Brescia in condizioni disperate. In 16 erano su un furgone da 9 posti

I lavoratori extracomunitari originari da India, Pakistan e Nigeria. L'operazione della Polizia locale Alto Garda e Ledro con l'ausilio della Polizia di Riva del Garda

Pubblicato il - 16 settembre 2017 - 09:52

RIVA DEL GARDA. Spinti dalla povertà e dalla disperazione, stipati all'interno di furgoni e macchine provenivano da Brescia per venire a Riva del Garda, Arco e dintorni a raccogliere l'uva. In un furgone da 9 posti viaggiavano in 16 e in un'auto da 7 ne salivano 9. Alcuni venivano messi addirittura nel bagagliaio. Alcuni con vestiti e scarpe bucate, tutti sfruttati per manodopera a basso costo.  

 

Sono 25 in tutto i lavoratori extracomunitari di origine indiana, pakistana e nigeriana che sono stati fermati nella giornata di ieri nel corso di un'operazione messa in campo dalla polizia locale Alto Garda e Ledro con l'ausilio  degli agenti del commissariato do polizia di Riva. 

 

Un'operazione nata a seguito di una segnalazione ben precisa di alcune persone che aveva osservato i migranti muoversi dalle campagne e il loro arrivo in furgoni provenienti da Brescia. I controlli hanno portato al fermo amministrativo di un mezzo. Per quanto concerne i lavoratori, invece, una decina sono provvisti di permesso illimitato per l'Italia, solo una persona è stato trovata già colpita da decreto di espulsione mentre gli altri sono richiedenti asilo

 

Dalle verifiche degli agenti, non sono stati riscontratati gli estremi per il reato di caporalato ma  sono state rilevate comunque delle irregolarità amministrative che dovranno essere sanate. Nei prossimi giorni la Polizia locale Alto Garda e Ledro proseguirà le indagini cercando di capire quali fossero le destinazioni di queste persone che in condizioni disperate arrivavano da Brescia e quali i rapporti lavorativi in essere.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 26 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

30 novembre - 11:09

Nel bollettino quotidiano sulla situazione Coronavirus in provincia di Bolzano, l'azienda sanitaria comunica che ci sono stati 183 nuovi casi di positività, su un numero di tamponi effettuati piuttosto basso. L'indice contagi/tamponi rimane attorno al 18%, mentre terapie intensive e ricoveri aumentano. Nella giornata di lunedì 30 novembre entra in vigore, nel frattempo, l'ordinanza che dà avvio alle riaperture

30 novembre - 10:14

Cambio al vertice della classifica della qualità della vita realizzata da Italia Oggi e Università La Sapienza di Roma. Una sorta di staffetta tra prima e seconda: quest'anno è Pordenone sul podio, seguita da Trento. Nella scorsa edizione le parti erano invertite

30 novembre - 10:19

Con Austria e Svizzera già attive o in procinto di aprire gli impianti, le regioni italiane cercano un punto di incontro col governo. Gli assessori: "La soluzione che proponiamo permette di avviare la stagione invernale con gradualità. Saremo in grado di sapere con precisione il numero degli avventori per ogni giorno e in questo modo potremo gestire al meglio l’afflusso e il deflusso agli impianti di risalita"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato