Contenuto sponsorizzato

Trovato morto nel cortile di casa un uomo di 55 anni

Il corpo di Antonello Cappelletti, di 55 anni, trovato alle prime luci dell'alba senza vita. Dalle prime analisi sembrerebbe vittima di un malore. Il magistrato valuterà se effettuare l'autopsia

Pubblicato il - 26 novembre 2017 - 13:37

LAVIS. Un uomo di 55 anni, Antonello Cappelletti,  è stato trovato morto nelle prime ore di questa mattina nel cortile della propria casa a Pressano.

 

Sul posto sono intervenuti la guardia medica e i carabinieri. Secondo una prima analisi il corpo non mostrerebbe segni di violenza e si presume che la morte sia legata ad un malore fatale.

 

Il magistrato di turno, informato dai carabinieri, non ha ancora deciso se effettuare o meno l'autopsia

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.05 del 26 Ottobre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

27 ottobre - 09:25

Andrea Villotti oltre ad essere il numero uno della società che si occupa di gestire il patrimonio immobiliare degli enti pubblici del Trentino (che, però, non pubblica il suo curriculum vitae nonostante i termini siano scaduti per l'Anticorruzione) è direttore emerito del Milton Friedman Institute e all'indomani del dpcm di Conte il suo direttore esecutivo ha comunicato che: ''Il nostro Istituto inizierà una incessante campagna per la disobbedienza fiscale al fianco di tutti quegli imprenditori colpiti da queste assurde misure che minano la convivenza civile''

27 ottobre - 09:38

Continuano a crescere i nuovi casi di Coronavirus in provincia di Belluno. Nelle ultime 24 ore sono ben 113 i contagi registrati, per un totale che così arriva a 1329 persone attualmente infette. Tanti, ancora, i decessi: sono 3, di cui 2 avvenuti nell'ospedale San Martino e 1 a Feltre

26 ottobre - 18:38

L'Azienda provinciale per i servizi sanitari in accordo con la Provincia ha disposto la rimodulazione dei servizi per fronteggiare la seconda ondata dell'epidemia coronavirus. Giuseppe Pallanch: "La sensazione è che ci si sia fermati a febbraio e purtroppo siamo preoccupati della capacità di pianificazione e gestione di questa fase dell'emergenza"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato