Contenuto sponsorizzato

Via libera in Senato all'emendamento per la concessione trentennale dell'Autostrada del Brennero

Ugo Rossi: "Frutto del lavoro congiunto e sinergico che la Regione e le due Province hanno portato avanti in questi anni"

Pubblicato il - 14 novembre 2017 - 13:10

TRENTO. Via libera questa mattina da parte della Commissione bilancio del Senato all'emendamento per la concessione trentennale dell'Autostrada del Brennero.

 

L'ok è arrivato nella votazione del disegno di legge “conversione in legge del decreto legge 16 ottobre 2017, n. 148, recante disposizioni urgenti in materia finanziaria e per esigenze indifferibili”, all'interno della quale è stato approvato l’emendamento che disciplina, rinnova e riconosce la concessione di durata trentennale per la realizzazione delle opere e la gestione della tratta autostradale Brennero Modena alla Regione Trentino Alto Adige/Sudtirol, alle Province di Trento e Bolzano e ad altri enti locali.

 

Questi ultimi, per la gestione, potranno avvalersi di una società in house nel cui capitale non figurino privati.

 

"Si tratta di uno straordinario risultato - commenta il presidente Ugo Rossi - frutto del lavoro congiunto e sinergico che la Regione e le due Province hanno portato avanti in questi anni, grazie alle costanti interlocuzioni con il Governo e alla reciproca ed efficace collaborazione che ha caratterizzato in maniera particolare questa legislatura e che ha permesso di raggiungere, accanto agli altri, anche questo importantissimo traguardo. Un’ulteriore dimostrazione di quanto la rinnovata cooperazione e sinergia tra le nostre due Province e il proficuo e costante dialogo con la Delegazione parlamentare – che ha dato il suo significativo contributo - sia imprescindibile per ottenere risultati strategici e prospettici per i nostri territori”.

 

Questa concessione ha aggiunto Rossi “ha certamente un notevole valore politico, che abbiamo condiviso fin dall’inizio. La gestione della tratta autostradale Brennero Modena, quale corridoio di collegamento tra Italia ed Europa Centrale, rappresenta infatti uno straordinario e imprescindibile strumento di sviluppo strategico per i nostri territori, sia alla luce della loro collocazione che della loro natura. Uno strumento che dobbiamo sfruttare e valorizzare per rinnovare e far crescere la nostra autonomia. Significativi sono inoltre i risvolti economici ed ambientali. La responsabilità di gestione dell’arteria autostradale e l’attribuzione allo Stato del tesoretto da 600 milioni per il finanziamento del tunnel ferroviario del Brennero ci permettono di promuovere politiche sostenibili e innovative a difesa dell’ambiente e in tema di mobilità, di attivare investimenti immediati con risvolti importantissimi sul nostro sistema economico e di favorire sinergie e future collaborazioni tra le imprese dei nostri territori, la cui cooperazione rappresenta indubbiamente un valore aggiunto in termini competitivi e di sviluppo".

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 17 gennaio 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
18 gennaio - 15:29
Il ristoratore bolzanino Pietro Candela è passato da condividere i post del complottismo più spinto, quelli che ''la verità non ce la dicono'', [...]
Società
18 gennaio - 16:52
La Ciclovia del Garda consisterà, come detto, in un anello ciclo-pedonale attraverso Veneto, Trentino Alto Adige e Lombardia, per un totale di 140 [...]
Cronaca
18 gennaio - 16:40
Sono diverse le segnalazioni che sono arrivate negli ultimi giorni e riguardano le zone del lago di Tenno, nella frazione di Ville del Monte e [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato