Contenuto sponsorizzato

Bambina rischia di affogare nella piscina dell'albergo, è in rianimazione

E' successo a Malcesine. E' stata soccorsa da un pediatra che si trovava nella struttura e successivamente trasportata con l'elisoccorso a Borgo Trento

Pubblicato il - 26 maggio 2018 - 16:56

MALCESINE. Una bambina di cinque anni, italiana ma di origini libanesi, è stata soccorsa oggi per un principio di annegamento nella piscina di un residence di via Colombere a Malcesine. Ora sarebbe ricoverata in rianimazione all'ospedale di Borgo Trento di Verona. Dalle prime informazioni non sarebbe in pericolo di vita. 

 

La bambina è stata trovata riversa nella piscina della struttura dalla zia, a cui i genitori avevano temporaneamente affidato la figlia. Un pediatra, che alloggiava nel residence, ha prestato le prime cure alla bambina mentre arrivavano sul posto i sanitari del 118.

 

Dopo essere stata stabilizzata sul posto dal personale medico, la bambina è stata trasferita all'ospedale dall'elicottero sanitario. I carabinieri, subito allertati assieme ai sanitari, stanno cercando di ricostruire l'accaduto. 

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 novembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

22 novembre - 05:01

Il consigliere pentastellato non ci sta: il manifesto va cambiato perché manda un messaggio sbagliato. "Non va inculcato nella testa dei bambini che il papà è un orco". Non si è fatta attendere la reazione di Non una di meno-Trento: "Per contrastare ogni discriminazione e fenomeno oppressivo dobbiamo guardare alla sua radice e non annacquare tutte le situazioni in riferimenti generici privi di contesto"

21 novembre - 19:19

Per l'assessora provinciale competente questo sarebbe ''un segnale importante'' per aiutare chi quotidianamente convive con i problemi legati all'handicap eppure le variabili in gioco sembrano essere davvero troppe. La norma rischia di valere per pochissimi casi. Meglio sarebbe stato potenziare la legge nazionale che prevedere di favorire lo smart working per i genitori di figli disabili

21 novembre - 19:46

Per colpa del maltempo una frana si è abbattuta sulla strada che collega le frazioni di Zoldo Alto e Forno di Zoldo (dove si trova la scuola). Per questo i bambini sono stati coinvolti in una singolare avventura: aggirare la colata di fango sopra una passerella sul torrente Maé

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato