Contenuto sponsorizzato

Contromano a Rovereto in via Dante

Pare impossibile perché la viabilità lì è ben chiara e da anni si viaggia solo un senso eppure è successo questa sera a un furgoncino

Pubblicato il - 24 agosto 2018 - 21:05

ROVERETO. La Città della Quercia è sempre più la città dei contromano. I sensi unici, i cantieri, i cambi di direzione delle vie, la nuova viabilità, confondono non poco gli automobilisti che spesso finiscono per infilarsi per delle strade in senso vietato.

 

Qui però siamo in via Dante e le scuse sono poche. Va detto che è stata da poco rimessa a nuovo con tanto di panchine e alberelli a bordo strada ma è una delle strade più conosciute e, solitamente, più trafficate di Rovereto che girano attorno al centro storico. Fortunatamente, però, questa volta era praticamente deserta. Un furgoncino l'ha percorsa contromano circa un'ora fa.

 

Fortunatamente, perché altrimenti si sarebbe anche potuto verificare anche un incidente visto nessuno, risalendo da via Tartarotti si aspetterebbe di trovarsi di fronte un altro mezzo proveniente dall'altra direzione. Alla fine, quindi, nessuno si è fatto male e il furgoncino ha potuto girarsi e tornare sui suoi passi confermando, però, la tradizione di Rovereto come città ''difficile'' sul piano della viabilità. 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

23 settembre - 16:35

Il massimo rappresentante della Lega in Trentino, colui che è presidente del partito di governo in provincia commenta sui social che con Ianeselli a sindaco di Trento la città è caduta in basso e poi sotterra il livello della discussione con questo commento rivolto a Rossella, una utente che si è azzardata a commentare quanto da lui postato

23 settembre - 16:29

Votato dal 79,46% degli abitanti di Primiero San Martino di Castrozza, Daniele Depaoli comincerà il suo secondo mandato potendo contare su una netta maggioranza in Consiglio comunale. Antonella Brunet di Prospettive future la candidata più votata

23 settembre - 15:52

Il Comune di San Michele all'Adige, fresco di fusione con Faedo, è stato uno dei paesi in cui si presentava una lista sola. Raggiunto il quorum, sarà Clelia Sandri a guidarlo. Quasi 500 i voti presi da Alessandro Ziglio, candidato più votato in paese. Tre i consiglieri della lista creata a Faedo a sostegno di Sandri

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato