Contenuto sponsorizzato

Degrado a Trento, Alberto Pattini (Patt), ''La città sembra in mano ai barbari, servono più controlli durante la notte''

Il capogruppo del Patt in Comune chiede una maggiore presenza delle forze dell'ordine in città durante le ore notturne

Di gf - 08 aprile 2018 - 14:38

TRENTO. Bottiglie rotte, bicchieri abbandonati, bici distrutte e urina e quant'altro sui muri delle case. A girare dei video  è stato il capogruppo del Patt in Consiglio comunale a Trento, Alberto Pattini.

 

“Non è più accettabile e dignitoso permettere che nella nostra bella città ci siano zone franche per il degrado che avviene soprattutto nelle ore notturne. In via Dietro le Mura, in vicolo Santa Maria Maddalena la situazione è diventata insostenibile e i video che ho girato questa mattina descrivono l'effetto del fine settimana”.

 

 

I consigliere del Patt non è la prima volta che punta il dito contro il degrado cittadino. Lo stesso aveva fatto qualche settimana fa per quanto riguarda gli imbrattamenti che ormai ricoprono moltissimi muri di Trento.

“Mi hanno scritto diversi cittadini che non ce la fanno più. Sembra che la notte la nostra città sia abbandonata in mano ad un'orda di barbari – ha spiegato Pattini – ed è per questo che vogliamo proporre a fronte dell’assenza totale di notte di vigili urbani in alcune zone, la loro presenza anche nelle ore notturne al fine di garantire un minimo di civiltà e sicurezza”.

 

 

La richiesta, quindi, è di una maggiore presenza dalle forze dell'ordine in centro storico durante le ore notturne per evitare che alcune specifiche situazioni si trasformino in veri e propri pericoli anche per i residenti. “In tutte le città europee le polizie locali girano di notte, presidiano con postazioni fisse le zone oggetto di assembramenti e degrado. Se oggi è così tra poco col caldo dove andremo a finire?” conclude il capogruppo Patt a Trento.

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 20 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

20 gennaio - 20:28

Sono 297 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 42 pazienti sono in terapia intensiva e 41 in alta intensità. Oggi sono stati comunicati 4 decessi, mentre sono 38 i Comuni con almeno 1 nuovo caso di positività

 
 
20 gennaio - 19:22

Il Trentino è il territorio più penalizzato dai tagli sulle forniture operati da Pfizer: calo del 60% sulle dosi. Segnana: Possiamo comunque garantire la continuità delle vaccinazioni a coloro che si erano prenotati, compresi i volontari delle Croci. Poi inizieremo a fare la seconda dose”

20 gennaio - 18:12

Sono state registrare 29 dimissioni e 278 guarigioni. Il numero dei pazienti ospedale scende sotto le 300 persone. Analizzati quasi 4 mila tamponi. Sono state confermate 80 positività riscontrate nei giorni scorsi tramite test antigenico

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato