Contenuto sponsorizzato

Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, Amnesty: "In Trentino esiste ancora il razzismo e serve l'impegno di tutti per combatterlo''

In piazza Pasi molte persone si sono incontrate per celebrare 70° anniversario della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani. "In Trentino negli ultimi anni sono stati fatti numerosi passi in avanti in nome dei diritti. Ora non si torni indietro"

Di gf - 10 December 2018 - 20:43

TRENTO. Ricordare diritti umani, sociali e civili. Anche in Trentino serve farlo per riuscire a costruire forme di convivenza più umane e contrastare le nuove forme di razzismo, criminalizzazione della solidarietà e odio per il diverso che vediamo anche nel nostro paese.

 

Sono state un'ottantina le persone che hanno deciso di incontrarsi in piazza Pasi a Trento per aderire a #dirittiatestaalta, l’iniziativa promossa il 10 dicembre da ActionAid, Amnesty International , Caritas, Emergency e Oxfam Italia per celebrare insieme il 70° anniversario della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani e ricordare il suo valore.

 

“Sono passati 70 anni dalla Dichiarazione Universale di Diritti Umani – ha spiegato Lorenzo Ferrari, di Amnesty International – e in nessuna parte del mondo i diritti previsti da questa dichiarazione sono pienamente rispettati. Oggi più che mai anche in Italia e anche in Trentino serve ricordarne i principi”.

 

 

 

In Trentino, come già detto, i problemi non mancano. “In questi anni – spiega Ferrari – si sono fatti importanti passi in avanti ma ci sono ancora problemi di xenofobia. Ora a livello provinciale abbiamo una nuova Giunta e dobbiamo ancora vedere quale strade intende intraprendere. Speriamo che non ci siano passi in dietro ma solo passi in avanti perché i diritti delle persone non sono di destra o di sinistra”.

 

Proprio in questi giorni si è assistito ad un caso di razzismo al Mercatino di Natale che ha visto come vittima una ragazzo originario del Congo ma in Italia dal 2002. “Quello che è successo al Mercatino – hanno spiegato i responsabili di Amnesty - è uno dei casi di cui siamo venuti a conoscenza perché finito sulla stampa. Ma crediamo sia solo la punta dell'Iceberg

 

La Dichiarazione Universale dei Diritti Umani è stata approvata e proclamata il 10 dicembre del 1948 dall'Assemblea Generale delle Nazioni Unite. In piazza Pasi sono stati letti i trenta articoli che la compongono. Tra i presenti anche Anpi, Emergency e l'assessore comunale Corrado Bungaro.

 

 

 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 luglio 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
24 luglio - 11:38
La città vincitrice, grazie anche al contributo statale di un milione di euro, potrà mettere in mostra, per il periodo di un anno, i propri [...]
Cronaca
24 luglio - 10:11
L'iniziativa sarà presentata la prossima settimana e l'obiettivo è quello di aiutare il ceto medio che si trova in difficoltà nel pagare [...]
Economia
24 luglio - 11:14
Morena Facchini, esperta fiscale di Caf Acli: ''Attenzione però perché a partire dal 2020 è scattato l’obbligo di effettuare tramite [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato