Contenuto sponsorizzato

Droga in piazza Dante, 20 persone controllate dalla Guardia di Finanza. Un 29enne denunciato a piede libero

Un giovane di 29 anni, nigeriano, è stato segnalato dal cane antidroga Apiol e, dopo una perquisizione personale, sono stati trovati circa trenta grammi di hashish e marijuana, oltre a 140 euro

Pubblicato il - 17 novembre 2018 - 10:40

TRENTO. Proseguono i controlli della Guardia di Finanza di Trento in piazza Dante con l'ausilio delle unità cinofile per il contrasto dello spaccio e del consumo di sostanze stupefacenti.

Una ventina di persone sono state fermate e controllate. Un giovane di 29 anni, nigeriano, è stato segnalato dal cane antidroga Apiol e, dopo una perquisizione personale, sono stati trovati circa trenta grammi di hashish e marijuana, oltre a 140 euro di cui il 29enne non è stato in grado di giustificare la provenienza.

L’extracomunitario è stato fotosegnalato e denunciato a piede libero per detenzione di droga ai fini di spaccio.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.53 del 30 Maggio
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

31 maggio - 16:57

Il video lanciato da Visit Valsugana con tanto di logo ufficiale ''Trentino'' è al limite dell'offensivo e potrebbe apparire a più di un potenziale turista come discriminatorio. Invece che raccontare le bellezze della propria terra si preferisce usarle per dei paragoni in negativo che non rendono giustizia a quanto tutti (lombardi compresi) possono trovare in Valsugana 

31 maggio - 15:36
Resta stabile il numero dei ricoveri, 16 pazienti nelle strutture ospedaliere del sistema trentino e 3 persone in terapia intensiva a Rovereto. I tamponi analizzati sono stati 1.910 (1.537 letti da Apss e 373 da Fondazione Mach) per un rapporto contagi/tamponi che si attesta a 0,05% di test positivi
31 maggio - 11:31

Alla manifestazione hanno partecipato oltre 200 persone per chiedere la fine delle restrizioni, imposte per contenere il diffondersi del coronavirus, e per protestare contro l’obbligo dei vaccini. Ma tra slogan e complottismo saltano tutte le regole anti-contagio

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato