Contenuto sponsorizzato

Stava vendendo droga a due giovani in Piazza Dante. Inseguito e arrestato un ragazzo con mezzo etto di marijuana e hashish

Il 23enne di origini nigeriane era pedinato da tempo dai finanzieri che quando lo hanno colto sul fatto sono intervenuti. I cani hanno individuato le sostanze stupefacenti 

Pubblicato il - 12 febbraio 2019 - 18:11

TRENTO. Stava vendendo della droga a due giovani trentini quando è stato fermato dalla guardia di finanza, che da tempo lo stava pedinando in quel di Piazza Dante, e arrestato. Si tratta di un giovane nigeriano di 23 anni colto sul fatto con mezzo etto tra hashish e marijuana e trecento euro in contanti di cui il soggetto non è stato in grado di giustificare la provenienza

 

Le fiamme gialle della compagnia di Trento avevano da tempo posto l’attenzione sul ragazzo fortemente sospettato di spacciare sostanze stupefacenti perché visto spesso aggirarsi con atteggiamento sospetto nei pressi di Piazza Dante. Dopo alcuni pedinamenti, nel corso dell’ultimo servizio di appostamento i finanzieri lo hanno individuato nell’atto di cedere della droga a suoi clienti, dei giovani italiani del posto.

 

Nonostante un tentativo di fuga, immediatamente vanificato dopo un rapido inseguimento tra i giardinetti della Piazza, il giovane è stato bloccato e identificato; dai primi accertamenti nelle banche dati di polizia, subito attivati mediante la Sala Operativa “117” della Guardia di Finanza, è risultato avere già dei precedenti di polizia specifici.

 

Nel frattempo i cani antidroga Nabuco, Apiol e Gabriel puntavano con insistenza alcune tasche del giubbotto del ragazzo dove, una volta condotto negli uffici della compagnia di Trento di via Vannetti, è stato trovato mezzo etto tra hashish e marijuana e trecento euro, di cui il soggetto non è stato in grado di giustificare la legittima provenienza e che sono quindi stati considerati frutto della precedente attività di spaccio.

 

La droga, del valore sul mercato illecito di circa seicento euro, è stata sequestrata e il ragazzo, regolarmente residente sul territorio italiano, è stato immediatamente arrestato in attesa del giudizio per direttissima, tenutosi questo pomeriggio, all’esito del quale, dopo la convalida dell’arresto, è stata disposta la traduzione al carcere di Verona.

Video del giorno
Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 febbraio 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

19 febbraio - 18:02

Il covo della cellula è stato individuato in una casa isolata a Bosco di Civezzano. Questo il luogo dove falsificavano i documenti  per garantirsi la clandestinità e progettare atti di eversione in Italia e all’estero

19 febbraio - 19:56

I risultati arrivati dalla piattaforma Rousseau sull'autorizzazione a procedere nei confronti di Matteo Salvini non sono stati quelli che gran parte del M5S in Trentino si aspettava. Per il consigliere Degasperi "Non si possono cambiare le regole quando non piacciono e tenere quelle che fanno più comodo". Per Alex Marini: "Sarebbe stato preferibile il ministro Salvini avesse potuto difendere il proprio operato di fronte ad un giudice"

19 febbraio - 17:56

Dopo il ''riserbo'' di Paccher sui nominativi esaminati dalla giunta per le elezioni, interrogazione del consigliere di Futura : ''L'attività del parlamento trentino e dei suoi organi dev'essere trasparente''

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato