Contenuto sponsorizzato

Due ragazzi bloccati nell'incendio sulle Pale di San Lucano. Il vento rende impossibili i soccorsi via cielo

Continuano ad estendersi le fiamme nel bosco che si trova tra i comuni agordini di Taibon e Cencenighe non lontano dalle Pale di San Martino (VIDEO ALL'INTERNO)

Pubblicato il - 24 ottobre 2018 - 20:12

BELLUNO. Due ragazzi bloccati tra le fiamme che stanno devastando i boschi sotto le Pale di San Lucano. Il fumo che ha raggiunto Belluno, la cenere che cade su tutta la Valbelluna e le difficoltà per i vigili del fuoco e le unità del soccorso alpino nelle operazioni di spegnimento e di recupero dei due giovani.

 

Sono questi gli elementi che stanno rendendo l'incendio nei pressi di Agordo, non lontano da San Martino di Castrozza, sempre più drammatico. Le fiamme sono divampate dopo che un albero, sferzato dal forte vento di foen di queste ore, è caduto sui cavi dell'alta tensione spaccandoli. Da lì l'incendio si è sviluppato in pochissimo tempo su un'area molto vasta spinto dal vento (che ha raggiunto anche i 130 km/h con alcune raffiche) e dalle alte temperature che hanno raggiunto picchi da piena estate e hanno seccato il sottobosco e le piante

 

 

 

 

Il forte vento ha reso da subito impossibili i tentativi di spegnimento dall'alto delle fiamme e soprattutto quelli di recupero dei due giovani che hanno contattato i soccorritori comunicando la loro posizione. "I dispersi - comunica il Soccorso alpino speleologico veneto - sono due ragazzi bloccati dalle fiamme nella valle di San Lucano. I due si trovano a circa 1.650 metri di quota nel Canale della Besausega. In contatto telefonico con i soccorritori, sono stati guidati in una zona rocciosa lontana dalle fiamme. Al momento il Soccorso Alpino di Agordo e i Vigili del Fuoco, data l'impossibilità per i mezzi aerei di intervenire, stanno valutando le possibilità di avvicinamento a piedi".

 

Le ricerche sono in corso mentre sono in corso anche le operazioni di spegnimento delle fiamme anche se sono molto complicate visto che sempre a causa del forte vento non è possibile utilizzare i mezzi aerei. L’assessore all’Ambiente e alla Protezione civile, Gianpaolo Bottacin ha dichiarato che per domani è stata disposta l’attivazione di due aerei antincendio Canadair del dipartimento nazionale della protezione civile.

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 26 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

29 novembre - 09:56

Andrea Weiss (Apt val di Fassa): "Un comparto fondamentale nel breve termine dobbiamo prepararci. La promozione? Delicatissima, ci sono tanti morti e si rischia di urtare la sensibilità del turista. Si potrebbe guardare poi a Francia e Germania per il futuro della strutturazione delle ferie italiane"

29 novembre - 08:53

In dieci hanno deciso di organizzare una protesta, pacifica ma decisamente rumorosa, e ora si sono ritrovati nei guai con una denuncia all’autorità giudiziaria per manifestazione abusiva e disturbo alle persone

29 novembre - 09:06

Drammatico il bollettino del Coronavirus nelle ultime 24 ore in provincia di Belluno. Sono 196 infatti i nuovi contagi registrati, mentre 5 persone sono decedute in due strutture ospedaliere del capoluogo. Oltre 4600 gli attuali contagiati nel territorio provinciale. Nella mattinata di domenica 29 novembre si svolgerà inoltre lo screening mirato ad Auronzo di Cadore

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato