Contenuto sponsorizzato

E' in condizioni critiche l'82enne coinvolto nell'esplosione in una falegnameria in Val di Fiemme

L'incidente è avvenuto poco dopo le 16 all'interno di una falegnameria in via Segherie a Molina di Fiemme. A esplodere un compressore, immediato l'intervento dei soccorsi

QUI AGGIORNAMENTO

Pubblicato il - 12 ottobre 2018 - 18:47

MOLINA DI FIEMME. E' stato trasportato in elicottero in gravissime condizioni l'uomo di 82 anni rimasto coinvolto nell'esplosione all'interno di una falegnameria a Molina di Fiemme.

 

Sono da poco passate le 16 quando in tutto il centro abitato si sente un forte boato e il rumore di un'esplosione in zona via Segherie.

 

Per cause ancora in fase di accertamento, un compressore è esploso in modo molto forte e l'onda d'urto ha investito l'82enne, padre del titolare del laboratorio, che è stato sbalzato per diversi metri.

 

Immediato l'allarme e sul posto si sono subito portati i soccorsi, due ambulanze e l'elicottero, quindi i vigili del fuoco di Molina e il corpo di Castello, oltre ai carabinieri e agli ispettori dell'Uopsal per effettuare i rilievi e ricostruire la dinamica. 

 

I pompieri e le forze dell'ordine hanno subito messo in sicurezza e isolato l'area al fine di permettere l'intervento del personale medico.

 

I sanitari hanno prestato le cure al ferito, il quale è stato stabilizzato e immobilizzato per essere elitrasportato all'ospedale Santa Chiara di Trento, dove è ricoverato in condizioni critiche al reparto di rianimazione.

 

QUI AGGIORNAMENTO

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 30 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

01 dicembre - 12:50

Tra le zone principali dello spaccio piazza Dante e piazza della Portela, l'operazione dei Carabinieri all'alba con le unità cinofile e gli elicotteri. Coinvolti tunisini, italiani e marocchini uniti da un modello organizzativo costituito da un vincolo gerarchico. Lo spaccio anche a Rovereto, Pergine, Riva del Garda e Arco 

01 dicembre - 13:30

La foto è stata pubblicata sul gruppo Facebook "S0S 47 Valsugana", il pericoloso episodio è avvenuto all'altezza di Cirè nelle scorse ore 

01 dicembre - 12:01

La notizia de il Dolomiti è stata ripresa dal giornalista Berizzi, che vive sotto scorta dopo le inchieste sull'estrema destra italiana, nella sua rubrica dal titolo ''Ruoli''. E proprio sul ''ruolo'' di Andrea Asson si discuterà in consiglio provinciale quando Bisesti dovrà rispondere all'interrogazione di Zeni: può uno che commenta la scelta del sindaco di Trento di rinunciare ai Mercatini scrivendo ''portae inferi non praevalebunt'' e che spiega di essere a Roma in missione per chiedere la grazia per la cessazione del virus di Wuhan, essere il braccio destro del numero uno alla cultura e all'istruzione?

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato