Contenuto sponsorizzato

Esce dal rifugio e scivola in un canalone, 59enne in gravissime condizioni al Santa Chiara

L'uomo si trovava al rifugio Vajolet con altri amici. L'allarme è stato lanciato a mezzanotte e sul posto si sono portati i vigili del fuoco di Pozza di Fassa, il Soccorso Alpino e i soccorsi sanitari che hanno trasportato l'uomo in elicottero all'ospedale di Trento

Di gf - 01 July 2018 - 09:56

VIGO DI FASSA. E' stato trasportato in gravissime condizioni all'ospedale Santa Chiara di Trento, l'uomo di 59 anni, che ieri sera in prossimità del rifugio Vajolet, situato nel gruppo del Catinaccio, è caduto in un canale ferendosi gravemente.

 

L'uomo, appartenente al Cai di Padova, si trovava assieme ad altri al rifugio per passare la notte. Attorno a mezzanotte dal rifugio è stato dato l'allarme e sul posto si sono portati i vigili del fuoco volontari di Pozza di Fassa, gli uomini del Soccorso alpino e i mezzi sanitari con un'auto sanitaria, l'ambulanza della Croce Rossa e l'elicottero.

 

L’uomo, secondo le prime informazioni, era uscito in serata con altre due persone per andare incontro a una cordata che si era attardata. Sul sentiero che porta al passo delle Pope è precipitato in un canale per una decina di metri, a una quota di 2200 m . Le operazioni per il recupero sono state molto lunghe e non facili. Dopo essere stato recuperato, il ferito è stato trasportato presso il rifugio dove i sanitari hanno stabilizzato le sue condizioni prima di trasportarlo poi in elicottero al Santa Chiara.

 

Le operazioni sono iniziate attorno a mezzanotte e sono terminate poco dopo le 4 di questa mattina.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 25 febbraio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

26 February - 18:14

Il dirigente dell'Azienda Sanitaria Pier Paolo Benetollo ha spiegato che ad oggi "Il numero di varianti che stiamo trovando è limitato''. Sono in totale quattro le mutazioni inglesi registrate fino ad oggi in Trentino 

26 February - 18:02

Adesso si parte con la fase successiva. Il virologo del Cibio, Massimo Pizzato: "La prossima settimana prevediamo di proseguire con lo studio. Un migliaio di analisi in parallelo ai tamponi molecolari per verificare la sensibilità dei test salivari. Poi si parte a regime, questo step dovrebbe iniziare a metà marzo"

 
26 February - 17:55

Confermata la permanenza del Trentino in zona arancione. Con un indice Rt dell'1.07 (ma con rischio moderato e alta probabilità di progressione), la provincia continuerà a essere interessata da misure come il divieto di lasciare il proprio Comune e la chiusura al pubblico di bar e ristoranti

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato