Contenuto sponsorizzato

Finisce la scuola e due ragazzi vengono fermati con hashish e marijuana

I due giovani, uno non ancora maggiorenne e l'altro appena diciottenne sono stati beccati dalla polizia durante i controlli nei parchi di fine anno scolastico

Pubblicato il - 08 giugno 2018 - 13:13

ROVERETO. Due ragazzi trovati con hashish e marijuana proprio il giorno del terminare della scuola. E' successo a Rovereto dove, in occasione della fine dell'anno scolastico, i poliziotti commissariato locale sono stati coadiuvati dai colleghi del reparto prevenzione crimine di Milano per un servizio straordinario di controllo del territorio.

 

La polizia, ieri, ha presidiato soprattutto i luoghi maggiormente frequentati dai ragazzi, dalla stazione ferroviaria ai principali parchi cittadini, in particolare i giardini di piazzale Orsi e della Chiesa delle Grazie, i giardini Perlasca e quelli di via Dante e l'attività svolta ha portato alla denuncia in stato di libertà per detenzione illecita di sostanza stupefacente di due ragazzi: uno straniero appena diciottenne e uno italiano non ancora maggiorenne, affidato ai genitori al termine del controllo.

 

Agli stessi sono state sequestrati anche sei involucri di hashish per un totale di più di 10 grammi ed una modesta quantità di marijuana. Altra marijuana è stata rinvenuta anche tra siepi ed arbusti, evidentemente gettata via in fretta all’arrivo delle pattuglie. Al termine del servizio, sono risultate un’ottantina le persone controllate.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.21 del 25 Settembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

27 settembre - 18:21

Quasi tutti i nuovi casi sono stati individuati grazie al contact tracing. Dei 42 contagiati una trentina appartiene al settore agricolo. In appena due giorni sono stati quasi un centinaio i nuovi casi. Le autorità sanitarie: “Accanto al comparto scuola, stiamo tenendo sotto particolare controllo alcune filiere”

27 settembre - 17:53

L’amico che era con l’escursionista precipitato ha tentato invano di rianimarlo. Purtroppo i soccorritori giunti sul posto non hanno potuto fare altro che constatare il decesso dell’uomo

27 settembre - 09:37

L'attenzione sul comparto scuola resta comunque particolarmente alta. Anche se la scelta della Provincia resta quella di ridurre ai minimi termini le comunicazioni e non indica gli istituti con le classi in quarantena

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato