Contenuto sponsorizzato

Fuoripista sul monte Carega, cade in un canalone. In azione il Soccorso alpino con l'elicottero

Percorreva i sentieri di Prà degli Angeli, è precipitato per diversi metri. Ferite agli arti inferiori, trasportato al Santa Chiara di Trento

Pubblicato il - 21 January 2018 - 11:03

VALLARSA. Uno sciatore, impegnato in un fuoripista in località Prà degli Angeli sul Gruppo del Garega, è precitato per 200 metri in un canalone. A dare l'allarme altri due sciatori che poco più un basso hanno visto scivolare l'uomo per alcuni metri.

 

Intento nel percorrere i sentieri innevati, è finito oltre il ciglio ed è caduto riportando numerose ferite. All'arrivo dell'elicottero, l'equipe medica ha potuto constatare fratture agli arti inferiori e un possibile trauma cranico. 

 

Il trauma al bacino ha obbligato i sanitari alla stabilizzazione sul posto del paziente che è stato immobilizzato sulla barella e successivamente verricellato. E' stato trasportato all'ospedale Santa Chiara di Trento

 

Per le operazioni di recupero dello sciatore si sono attivati immediatamente gli uomini del Soccorso alpino di Rovereto che hanno raggiunto il posto per facilitare l'intervento dei sanitari. 

 

Questo episodio è il secondo in pochi giorni nella stessa zona. Ieri un altro escursionista è scivolato in un canalone sempre sul Carega, poco distante da dove era morta una settimana fa una donna.

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 25 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

26 January - 11:19

C'è un peggioramento per quanto riguarda la situazione in rianimazione. Oltre 8 mila test eseguiti in 24 ore tra tamponi molecolari e test antigenici. Sono 559 le vittime nella seconda ondata 

26 January - 11:04

Un titolare di un bar di Tione rischia grosso dopo che la polizia locale delle Giudicarie ha assistito a delle scene di festa, tra birre e balli, sul bancone del locale. Sanzionato assieme ai clienti per il mancato rispetto delle norme anti-Covid, potrebbe dover chiudere dai 5 ai 30 giorni

26 January - 05:01

Nell'arco di due settimane si dovrebbe completare la seconda fase di somministrazione nelle Rsa Trentine. Nei prossimi giorni è stato chiesto un tavolo con la Provincia per ridiscutere assieme i protocolli di sicurezza e consentire una riapertura graduale delle strutture consentendo anche un ritorno degli abbracci

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato