Contenuto sponsorizzato

Il presunto autore dello stupro di Parma lavorò in Campiglio. Federico Pesci è tuttora iscritto nel Collegio trenino dei Maestri di Sci

Avrebbe violentato una ragazza di 21 anni, seviziandola per ore assieme al suo presunto spacciatore. E' ora in carcere con l'accusa di violenza sessuale e lesioni pluriaggravate

Pubblicato il - 01 settembre 2018 - 18:11

TRENTO. Federico Pesci, conosciutissimo imprenditore parmigiano arrestato con l'accusa di violenza sessuale nei confronti di una giovane di 21 anni, ha vissuto in passato anche in Trentino. Il 46enne aveva un negozio di abbigliamento a Madonna di Campiglio e risulta iscritto al Collegio dei Maestri di Sci del Trentino.

 

Federico Pesci, assieme a quello che gli inquirenti descrivono come il suo spacciatore, il nigeriano Ndu Anihem, avrebbe seviziato per ore e ore la ragazza, legata e imbavagliata all'interno della sua casa, per una notte intera alle fine dello scorso luglio. Per la polizia, che ha vagliato anche i referti medici, la ragazza avrebbe subito "violenze inaudite". Per l'avvocato che lo difende, però, "il caso va ridimensionato", e avverte: "Che non fosse un rapporto consensuale è ancora da dimostrare". 

Contenuto sponsorizzato
Edizione del 5 ottobre 2022
Telegiornale
05 ott 2022 - ore 21:56
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
06 ottobre - 19:41
In un solo mese sono più di 150 le persone che si rivolgono al centro di raccolta Tabita per avere un aiuto concreto: “Sono quasi tutti senza [...]
Cronaca
06 ottobre - 19:47
Lo sversamento sarebbe stato causato dal danneggiamento di una vecchia cisterna. Sono in corso le operazioni di bonifica da parte dei vigili del [...]
Politica
06 ottobre - 18:00
Dai costi della materie prime aumentati del 35% alle aree inquinate di Trento nord, Sinistra Italiana lancia l’allerta [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato