Contenuto sponsorizzato

In arrivo 19 poliziotti alla questura di Trento. Salvini: ''Siamo attenti alle richieste di aiuto che arrivano dai territori''

Le nuove unità saranno 23 in tutta la regione. Dalle prossime settimane l'aumento di organico. A regime nel mese di febbraio

Pubblicato il - 08 ottobre 2018 - 10:09

TRENTO. Il ministro degli Interni Matteo Salvini annuncia l'arrivo nelle questure di Trento e Bolzano di 23 nuovi agenti. Una comunicazione che arriva a fagiolo durante la campagna elettorale, improntata anche questa volta sul tema della sicurezza. Sul territorio trentino saranno 19 le unità che a partire dalle prossime settimane andranno a rinforzare l'organico della Polizia di Stato.

 

"Da piazza Dante a Trento fino alla zona davanti alla stazione di Bolzano non possiamo abbassare la guardia", fa sapere un comunicato del ministro, informatissimo sulla situazione locale. "Siamo attenti alle richieste d'aiuto che arrivano dal territorio". E Salvini sembra conoscere anche i fatti degli ultimi gironi, dall'aggressione subita da alcuni giovani a Trento e da quella subita da alcuni carabinieri a Comano Terme.

 

Il piano di assunzioni è inserito nella strategia nazionale di rafforzamento dei contingenti di Polizia. "Nessuna questura e quindi nessuna città perderà un solo agente. Accadrà invece il contrario  - spiega il ministro - abbiamo chiesto lo stanziamento di 400 milioni nella legge di stabilità per assumere nuove forze dell'ordine". 

 

Le nuove unità che arriveranno a Trento saranno dunque 19, dilazionate nel tempo. Già in ottobre alcuni agenti saranno aggiunti nell'organico, in novembre altri e si andrà a regime nel prossimo anno, verso il mese di febbraio.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

21 ottobre - 19:49

Purtroppo si registra anche un nuovo positivo a Cembra Lisignago dove si era sviluppato il più grosso focolaio legato alla popolazione residente che ha un rapporto dell'0,85% di positivi per residenti. Dato più alto nel comune vicino, ad Altavalle (1% di popolazione positiva). Altri tre comuni sopra lo 0,75%

21 ottobre - 20:14

La notizia è stata battuta da Reuters e ripresa in tutto il mondo. Il fatto sarebbe avvenuto in Brasile e la conferma arriva dall'Università di San Paolo

21 ottobre - 17:39

Tra i nuovi positivi, 71 presentano sintomi, 13 casi riguardano minorenni, dei quali 2 contagiati sono nella fascia di età 0-5 anni e altri 11 ragazzi si collocano nella fascia 6-15 anni, mentre 13 infezioni riguardano over 70 anni

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato