Contenuto sponsorizzato

L'auto parcheggia all'ombra del divieto e gli autosnodati non passano

Questa situazione si ripete spesso a Povo al Polo Sociale. La cosa sta creando non pochi disagi a Trentino trasporti visto che i mezzi poi finiscono per fare manovra sull'aiuola e il marciapiede 

Pubblicato il - 20 aprile 2018 - 19:48

TRENTO. Capita spesso, troppo spesso e la cosa sta diventando un vero problema per Trentino trasporti perché molte corse finiscono per subire ritardi e diversi mezzi poi riportano danni a gomme e assi.

 

A Povo al Polo Sociale spesso e volentieri è questa la situazione di fronte alla quale si trovano gli autisti dei mezzi pubblici. In particolare i problemi maggiori li riscontrano gli autosnodati che in quel punto dovrebbero girarsi per tornare verso la città ma che invece finiscono per restare imbottigliati e, nel tentativo di passare lo stesso per evitare ritardi, salgano sulle aiuole e i marciapiede mettendo a rischio ruote e assi.

 

La foto in questione è particolarmente simbolica. Il divieto di sosta è evidente, ma all'automobilista in questione, evidentemente, importa poco. E' stata scattata poco prima delle 19 e anche oggi ha causato problemi alla linea 5, quella presa da pendolari e studenti che poi si trovano a misurarsi con ritardi e coincidenze saltate. Della serie come un piccolo gesto di inciviltà crea a cascata molti disagi a tanti altri cittadini, magari scatenando rabbia e dissapori verso gli incolpevoli autisti.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 06 luglio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

07 luglio - 06:01

L’ex veterinario della provincia di Trento contrario all’abbattimento dell’orsa: “Ogni esemplare ha una sua individualità e pertanto si comporta in modo diverso, JJ4 potrebbe aver agito per difendere i cuccioli, perlomeno le andrebbero concesse le attenuanti generiche e data una seconda possibilità. Probabilmnete era con i cuccioli”

06 luglio - 19:07

Come il 14 giugno anche ieri il nucleo sommozzatori dei vigili del fuoco è dovuto partire dalla caserma di Trento e raggiungere l'elicottero via terra. Impressionante il VIDEO che vi mostriamo dove si vede il secondo mezzo (il loro) che arriva quando ormai non c'è più nulla da fare. Degasperi: ''Dopo la prima tragedia avevo interrogato l'Aula per sapere perché non si sta facendo come si è sempre fatto negli anni passati. Nessuno mi ha risposto e ora c'è stato un altro morto con una dinamica identica. Va individuato il responsabile e gli va fatto cambiare lavoro''

06 luglio - 15:45

I controlli si sono concentrati in Val d’Ega, Sarentino, Renon, passo Lavazè, Val Gardena e nelle località di Corvara in Badia e Armentarola 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato