Contenuto sponsorizzato

L'ex questore Massimo D'Ambrosio si candida con Fratelli d'Italia: ''La situazione della sicurezza a Trento non è così grave''

L'ex questore sarà capolista per le prossime elezioni provinciali di ottobre. Ha deciso di scegliere il partito della Meloni perché "garanzia di onestà, di pulizia e di scelta di rinnovamento"

Di Giuseppe Fin - 01 settembre 2018 - 17:51

TRENTO. Neanche il tempo di terminare il primo giorno di pensione che l'ex questore di Trento, Massimo d'Ambrosio, ha deciso vestire i panni di candidato alle prossime elezioni provinciali. Sarà alla guida della lista di Fratelli d'Italia a sostegno del candidato presidente Maurizio Fugatti. Di quella coalizione di centrodestra, quindi, che in questi anni non ha certo risparmiato critiche nei confronti del suo operato e sulla gestione della sicurezza in città di cui d'Ambrosio fino a pochi giorni fa era responsabile.

 

“Non ho mai avuto paura delle critiche perché l'importante è saper cogliere quello che c'è di buono. Poi ho capito che non erano rivolte a me personalmente ma ad alcune situazioni” ha spiegato l'ex questore che questo pomeriggio ha presentato, assieme al senatore Andrea de Bertoldi, la propria candidatura con Fratelli d'Italia. Una scelta, quella di accettare di essere capolista per il partito della Meloni, che sembra essere maturata nelle ultime settimane.

 

D'Ambrosio ha ricoperto il ruolo di questore di Trento dal 26 gennaio 2015 fino a ieri. Nato a Roma nel 1953, coniugato con due figli, l'ex questore ha frequentato l'Accademia del Corpo delle Guardie di Ps dal 1973 al 1977 per poi prestare servizio all'allora scuola allievi guardie di Trieste fino al 1982. E' stato al Centro psicotecnico della polizia di Stato, in qualità di selettore fino al novembre 1983, poi alla questura di Roma tra il 1983 e il 1998. Nominato primo dirigente nel 1996 è stato, quindi, preposto all’ottavo commissariato circoscrizionale Casilino Nuovo, nel 1998 passa alla Direzione centrale per le risorse umane, mentre nel 2009 viene promosso dirigente superiore. Una progressione di carriera che si completa nel 2015, quando diventa questore di Trento fino alla pensione.

 

“Ho accettato di buon grado questo impegno – ha spiegato ai giornalisti – perché dopo aver lavorato dal punto di vista tecnico ora mi è stata offerta la possibilità di lavorare dal punto di vista politico e qualche cosa potrei dare visto le mie conoscenze”.

 

La scelta di accettare la candidatura , ha spiegato, “è arrivata a seguito di una cernita” e la decisione di scegliere Fratelli d'Italia è avvenuta perché, “è un partito dove c'è garanzia di onestà, di pulizia e di scelta di rinnovamento”.

 

Ben 45 anni di polizia fatta ai massimi livelli che ora l'ex questore vorrebbe usare in politica puntando, ovviamente, sul tema della sicurezza come cavallo di battaglia ma “non solo” mettendosi a disposizione del partito. A chi gli chiede se pensa di avere il consenso elettorale da parte di chi è delle forze dell'ordine, Massimo D'Ambrosio afferma che “spera di averlo non solo da una categoria specifica ma da tutta la comunità”. Occorre ricordare che nel 2017 l'ex questore, assieme al sindaco di Trento, era stato protagonista della Tonca per la situazione della sicurezza in città. Una "candidatura" che in quella occasione non era stata molto gradita. 

 

“Avendo vissuto per 45 anni nella Polizia – ha spiegato - mi spenderò perché il settore della sicurezza e i suoi operatori possano lavorare nel migliore modo possibile”. Nel tracciare il bilancio della sua attività a capo della Questura di Trento negli ultimi anni, mercoledì scorso D'Ambrosio aveva illustrato risultati positivi parlando di “città più sicura” e di operazioni che aveva portato a duri colpi all'attività dello spaccio. Una rappresentazione ben lontana da quella fatta spesso dal centrodestra trentino con il quale ora l'ex questore è candidato. Oggi in conferenza stampa ha affermato che “Trento è una bellissima realtà e vive una situazione fortunata rispetto ad altre zone in Italia. La situazione della sicurezza non è così grave ma il problema della delinquenza comunque esiste e deve essere affrontato fino in fondo”.

 

Massimo d'Ambrosio porterà avanti la campagna elettorale in tandem con un'altro neo acquisto di Fratelli d'Italia, Francesca Gerosa ex consigliera comunale con l'allora Pdl.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 01 giugno 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

02 giugno - 19:32

Non sono stati trovati positivi a Covid-19 nelle ultime 24 ore, mentre ci sono 9 guariti. Dopo 5 cinque giorni senza vittime legate all'epidemia, purtroppo si torna a piangere un anziano della piana Rotaliana

02 giugno - 21:07
L'allerta è scattata intorno alle 19.15 a Avio, l'uomo era su una pianta nelle vicinanze della propria abitazione quando è avvenuto l'incidente. Immediato l'allarme e sul posto si sono subito portati i soccorsi, ambulanza e vigili del fuoco di Avio. Da Trento è decollato anche l'elicottero
02 giugno - 16:56

Fondo di solidarietà del Trentino: autorizzate 5.804 domande di assegno ordinario Covid-19 attese da oltre 35mila lavoratori, con l’ultimo passaggio l’effettiva l’erogazione delle somme è più vicina, ma serviranno almeno 15-20 giorni. Grosselli: “Stiamo spingendo affinché i tempi si accorcino ulteriormente”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato