Contenuto sponsorizzato

L'uomo che ha ucciso Andrea Cozzatti ha confessato: colpito con un coltello da cucina. Si tratta di Salvatore Mulas

Salvatore Mulas, 56 anni, di Trento, era stato portato in questura ieri sera per essere interrogato. Nella notte l'ammissione. Andrea Cozzatti sarebbe stato colpito alla schiena con un coltello da cucina 

Di gf, db - 26 marzo 2018 - 10:19

TRENTO.  Nel corso dell'interrogatorio di questa notte l'uomo portato in questura, Salvatore Mulas, avrebbe confessato di aver ucciso Andrea Cozzatti a seguito di una lite finita male.

L'uomo che risiede nell'appartamento dove Cozzatti è stato trovato riverso sul pavimento ieri sera, lo avrebbe colpito alla schiena con un coltello da cucina.  L'arma  sembra essere stata poi trovata a casa dagli inquirenti. 

 

 

L'omicidio è avvenuto ieri sera in via Maccani 22. L'allarme è stato dato attorno alle 20.45.  Nella versione iniziale dell'uomo, che poi questa notte ha ammesso l'omicidio, aveva raccontato alle forze dell'ordine che Andrea Cozzatti era stato accoltellato in piazza e poi si sarebbe diretto verso il suo appartamento per essere aiutato. Un versione alla quale le forze dell'ordine non avevano creduto. Immediatamente era stata controllata l'area in prossimità della casa per verificare se erano presenti tracce di sangue ma non era stato trovato nulla.

 

Il presunto omicida attorno alle 22.30 indossando una tuta bianca della scientifica per evitare che eventuali tracce ematiche sui vestiti venissero cancellate è stato quindi portato in questura per essere interrogato. 

 

Il sostituto procuratore Marco Gallina ha disposto l'autopsia sul corpo.

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 dell'08 luglio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

09 luglio - 12:21

Mirko Bertinazzo, coinvolto nel tamponamento in A22, è morto sul colpo quando l'auto sulla quale stava viaggiando si è scontrata con il rimorchio di un mezzo pesante. Il 38enne era seduto al posto del passeggero, in zona era conosciuto per aver militato in diverse squadre di calcio

08 luglio - 19:11

Partono venerdì le azioni del Piano Braies 2020: accesso libero per pedoni e ciclisti, limitazioni per chi arriva in auto. Attive due linee di autobus

09 luglio - 10:54

Nottata di grande lavoro per i vigili del fuoco impegnati con un complesso intervento per liberare un mezzo pesante rimasto incastrato in un sottopassaggio ferroviario: a bordo un macchinario di precisione dal valore di oltre mezzo milione di euro

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato