Contenuto sponsorizzato

Marco Boni, l'ultimo saluto dei suoi compagni di scuola: ''Ricordiamolo per quello che era; ricordiamolo insieme''

La frase è stata pubblicata sul sito del liceo Andrea Maffei. Marco era scomparso il 16 febbraio. Lunedì il tragico epilogo 

Di gf - 06 marzo 2018 - 20:49

RIVA DEL GARDA. La notizia del ritrovamento del corpo di Marco Boni nel lago di Garda è arrivata dopo qualche ora anche nella scuola che il 16enne frequentava, il liceo Andrea Maffei.

 

La tragedia è piombata nella classe 1°A dove i compagni di Marco stavano facendo lezione lasciando tutti immobilizzati. La speranza di rivederlo tornare tra banchi è stata spazzata via in un attimo.

 

In pochi hanno voluto parlare preferendo affidarsi ad una frase lasciata sul sito della scuola, un ultimo messaggio per il loro compagno di banco e amico.

 

“La memoria non è una forza passiva, ma un impegno. In fondo, che cosa possiamo dire di più onesto e fiducioso, di fronte alla morte di una persona cara, se non: ricordiamolo per quello che era; ricordiamolo insieme”.


Il corpo di Marco Boni è stato ritrovato lunedì a circa 25 metri di profondità nel lago di Garda a circa un chilometro dal Belvedere a pochi metri dalla ''Casa della Trota''. Era scomparso il 16 febbraio e da allora le ricerche non avevano escluso nessuna pista. Lunedì, purtroppo, il tragico epilogo.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.31 del 13 novembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

14 novembre - 05:01

Caritas diocesana e Fondazione Comunità Solidale restituiscono la fotografia delle povertà sul territorio provinciale, con numeri in leggera crescita rispetto lo scorso anno. “Tanti stranieri utilizzano i servizi di accoglienza come punto di riconoscimento e di appoggio per avere un luogo sicuro dove pernottare in attesa dei documenti”

13 novembre - 19:04

Dopo la storia che abbiamo raccontato di Gianpaolo e Laura sono stati molti i trentini che hanno deciso di offrire il proprio aiuto. Intanto anche oggi hanno trascorso la giornata al freddo. Tra le offerte di aiuto non è mancato anche chi ha deciso di informarsi per pagare una settimana alla coppia in ostello in un B&B dove poter dormire al caldo

13 novembre - 19:56

Il maltempo ha causato sia l’interruzione della fornitura esterna di energia elettrica, necessaria per la trazione dei treni e il funzionamento delle apparecchiature tecnologiche, sia la caduta di alberi sulla linea ferroviaria. Nella giornata odierna si sono registrati non pochi disagi per i viaggiatori, salvo imprevisti la linea dovrebbe essere riattivata nella mattinata di domani

 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato