Contenuto sponsorizzato

Morto a 21 anni nella sua stanza d'albergo, a Moena l'addio a Michele Defrancesco

I funerali del giovane scomparso all'improvviso giovedì scorso in Val Badia si terranno il 13 marzo alle 14.30 alla chiesa parrocchiale del paese. Tutta la comunità pronta a stringersi alla famiglia e agli amici

Pubblicato il - 12 marzo 2018 - 18:33

MOENA. E' fissato alle 14.30 nella chiesa parrocchiale il funerale di Michele Defrancesco, il giovane ragazzo scomparso all'improvviso giovedì 8 marzo. Un fatto terribile e che ha lasciato attonita tutta la comunità delle due valli, di Fassa e di Fiemme. Michele, infatti, aveva solo 21 anni e come tutti i ragazzi della sua età aveva tantissime amicizi. Aveva frequentato la scuola secondaria Giuseppe Soraperra di Pozza di Fassa, lavorava per la ditta Euroluce di Soraga e aveva praticato sport fino a poco tempo prima in valle, lo sci, nello specifico. E pare ci sia proprio un incidente di sci all'origine della sua scomparsa. 

 

Michele, infatti, è stato trovato morto dai suoi colleghi di lavoro, giovedì mattina, nella sua camera di albergo a San Vigilio di Marebbe in Val Badia. Erano lì per fare dei lavori e il giorno prima il giovane fassano aveva avuto un incidente sugli sci. Dalle ricostruzioni degli inquirenti, che stanno indagando sul caso, il giovane non avrebbe chiesto i soccorsi in quell'occasione e sarebbe poi tornato in albergo dolorante. La mattina successive una volta sveglio avrebbe detto ai colleghi di non sentirsi bene e al loro ritorno in camera Michele era ormai esanime.

 

Il giovane lascia mamma Nicoletta, il fratello Marco e il papà Ivan e una comunità, attonita e affranta per questa improvvisa e tragica scomparsa.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.50 del 10 Luglio
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

11 luglio - 11:48

Padre Massimo ha comunicato nelle scorse ore la decisione di lasciare il convento attraverso una lettera che è stata spedita ai tanti volontari che lavorano quotidianamente alla mensa dei Cappuccini in via delle Laste. Fra Nicola gestirà al momento il convento mentre arriverà un nuovo frate per la mensa dei poveri 

11 luglio - 11:44
L'allerta è scattata intorno alle 8.30 nella parte finale del sentiero attrezzato Camillo De Paoli a quota 2.200 metri nel gruppo delle Pale di San Martino. Gli escursionisti erano partiti dal rifugio Velo della Madonna e lungo il percorso sono stati investiti da una scarica di sassi. In azione le unità del soccorso alpino
11 luglio - 06:01

Chiarastella Feder, esperta di gestione dei conflitti fra grandi predatori e piccole comunità rurali originaria di Treviso, lavora ormai da 15 anni per il governo della regione canadese dell'Alberta. Impegnata nell'educazione alla convivenza fra esseri umani ed orsi, ha deciso di dedicare la propria attenzione al Trentino e ai recenti fatti dell'aggressione sul Monte Peller. "Uccidere un'orsa è deleterio. La soluzione è educare alla coesistenza e alla conoscenza di questi animali"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato