Contenuto sponsorizzato

Muore lungo i binari, trovato il corpo senza vita di un uomo a nord della stazione di Trento

Escluso da subito l'investimento o l'urto con un convoglio, il medico ha constatato la morte attribuendola a 'cause naturali'. Circolazione interrotta tra le 6 e le 7

Pubblicato il - 04 maggio 2018 - 09:49

TRENTO. Il corpo senza vita di un uomo è stato scoperto verso le sei di questa mattina dal personale della Trento Malè. Era accasciato a terra, vicino ai binari, con le gambe sulla massicciata, nel tratto che va dal sovrappasso di piazza Centa e il passaggio a livello all'altezza del Pittarello in via Brennero.

 

Escluso da subito l'investimento o l'urto con un convoglio, il medico ha constatato la morte attribuendola a 'cause naturali'. Si tratterebbe dunque di un malore che ha colto l'uomo durante l'attraversamento dei binari. Nella zona, infatti, stazionerebbero spesso alcuni senzatetto che alle prime ore della mattina abbandonano i rifugi di fortuna attraversando la linea ferroviaria da ovest verso est.

 

In attesa dei carabinieri e del necroforo, la circolazione è stata interrotta per un'ora dalle 6 alle 7, causando alcuni ritardi su tutta la linea. 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.47 del 13 Dicembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

13 dicembre - 18:58

Per Cgil, Cisl e Uil il ridimensionamento del bilancio di Agenzia del Lavoro si tradurrà in un contenimento della spesa per la formazione e la riqualificazione professionale, blocco agli incentivi alle assunzioni stabili per i disoccupati deboli, azzeramento della staffetta occupazionale, stop al reddito di attivazione. Il tutto mentre si investono 8 milioni in strategie di welfare che saranno superate dal governo nazionale

13 dicembre - 19:15

La specie in provincia è diffusa soprattutto in Valsugana. La Fem: ''E' molto resistente perché capace di creare delle nicchie ad altitudini sensibilmente maggiori rispetto alla zanzara tigre. L'estate scorsa abbiamo rilevato un caso davvero particolare, seppure isolato: la presenza di una colonia addirittura ad una altitudine di 1.500 metri''

13 dicembre - 17:52

Il gatto pare sia di casa Rifugio Predaia e dopo che gli escursionisti che lo hanno incontrato hanno postato delle foto su Facebook, in breve tempo, la storia di “Scòdega” è diventata virale

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato