Contenuto sponsorizzato

Non pagano il conto al ristorante e rubano 4 borse da un negozio, acciuffati dai carabinieri e denunciati

Durante la perquisizione spuntano anche un coltello e un cacciavite. Dovranno rispondere di furto, insolvenza fraudolenta e porto abusivo di armi

Pubblicato il - 27 giugno 2018 - 16:50

TORBOLE. Due persone denunciate per furto, insolvenza fraudolenta e porto abusivo di armi. Questo il bilancio della Stazione dei Carabinieri di Torbole, sotto il comando della Compagnia di Riva del Garda, che nell'ambito del piano di controllo del territorio ha messo in atto l'attività del contrasto ai reati predatori.

 

Nella serata di ieri, 26 giugno, dopo aver cenato ad un ristorante del centro storico, due uomini si sono allontananti senza pagare il conto di 180 euro. Inseguiti dai dipendenti si sono però dileguati nelle stradine interne.

 

Poco dopo si sono ripresentati in paese e con destrezza hanno rubato quattro borse da donna esposte in un negozio di pelletteria, furto che ammonta a 300 euro. Le ricerche, a quel punto già in corso da parte dei Carabinieri, allertati dal proprietario del ristorante, hanno consentito di individuare i due uomini ad Arco, a bordo di una OPEL Corsa.

 

Controllati e perquisiti, sono stati trovati in possesso di un coltello da cucina ed un cacciavite, presumibilmente utilizzati come arnesi da scasso. Si tratta di D.N., 28enne di Benevento, cameriere, in zona per lavoro e M.R., 23enne pregiudicato di Gavardo. Entrambi sono stati denunciati a piede libero per furto delle borse, il mancato pagamento del ristorante e porto abusivo di armi.

 

Il più giovane, affidato in prova ai servizi sociali e con obbligo di permanere in abitazione nelle ore serali, è stato segnalato al Magistrato di Sorveglianza di Brescia per la revoca del beneficio di legge.  I due verranno colpiti dal divieto di ritorno nella zona del Basso Sarca, provvedimento subito richiesto al Questore per evitare che possano reiterare i reati.

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 04 marzo 2021
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

05 marzo - 13:42
In zona gialla dovrebbero restare valle d'Aosta e Liguria, la Sardegna in quella bianca; il presidente delle Marche, Francesco Acquaroli, inserisce in zona rossa le province di Macerata e Ancona. La Provincia di Bolzano si è autoproclamata zona rossa fino al 14 marzo, mentre quella di Trento, secondo quanto affermato dal governatore, dovrebbe restare in zona arancione
05 marzo - 14:10

In questi giorni diversi segretari ed esponenti gli hanno chiesto di ripensarci nonostante il gravissimo attacco fatto su Facebook al partito e i pessimi risultati ottenuti con un Pd narcotizzato, immobile da due anni, mentre intorno tutto è cambiato a una velocità supersonica. Zingaretti ha avuto la qualità di non essere divisivo ma semplicemente perché di fatto non si è mai espresso. C'è bisogno di altro

05 marzo - 12:30

Numeri in leggero calo in Alto Adige, dove nelle ultime 24 ore si registrano 230 nuovi positivi e 4 decessi. Preoccupa intanto la variante sudafricana, con l'individuazione di 15 casi nella serata di giovedì 4 marzo

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato