Contenuto sponsorizzato

Restyling per le Torri di Madonna Bianca, l'Itea lancia il concorso di idee

Presentati i termini del bando “Torri 2020”. La riqualificazione architettonica oltre che energetica delle Torri di Madonna Bianca rientra tra i principali ambiti di intervento del progetto europeo Stardust, un’iniziativa che nei prossimi cinque anni prevede numerosi interventi sulla città di Trento per incentivare la mobilità elettrica, migliorare i sistemi di ICT e l’efficienza energetica negli edifici

Pubblicato il - 12 aprile 2018 - 21:29

TRENTO. Le Torri di Madonna Bianca saranno riqualificate dentro e fuori, per la parte architettonica ma anche per la parte energetica. Itea Spa ha lanciato il concorso “Torri 2020” e i concorrenti possono inviare le proprie proposte progettuali entro e non oltre le ore 12 del 4 maggio 2018.

 

Oggetto del concorso le torri 9,10 e 11, i cui proprietari assieme hanno dato parere favorevole. Il concorso è aperto a tutti i professionisti che desiderano mettere in campo la loro professionalità per dare un volto nuovo agli edifici divenuti ormai simbolo della città di Trento.

La riqualificazione architettonica oltre che energetica delle Torri di Madonna Bianca rientra tra i principali ambiti di intervento del progetto europeo Stardust, un’iniziativa che nei prossimi cinque anni prevede numerosi interventi sulla città di Trento per incentivare la mobilità elettrica, migliorare i sistemi di ICT e l’efficienza energetica negli edifici.

 

Trento è infatti una delle città pilota, assieme alla finlandese Tampere e alla spagnola Pamplona, destinata a diventare un modello di città smart e sostenibile, utilizzando la tecnologia come un mezzo per innovare e migliorare i servizi e la qualità della vita dei cittadini.

Il progetto è cofinanziato dal programma europeo per la ricerca Horizon 2020 e a livello locale, oltre a Itea Spa, coinvolge Comune di Trento, FBK, Habitech, Dolomiti Energia, Dedagroup ed Eurac Research di Bolzano. Oltre all’elevato livello di riqualificazione architettonica ed energetica dell’edificio la proposta progettuale dovrà essere in grado di garantire: sicurezza e sostenibilità ambientale, economica e gestionale

 

Il progetto proposto, infatti, dovrà assicurare l’economicità dell’intervento nelle fasi di realizzazione e di esercizio, rispettando i limiti fissati dal bando sia in termini di costi dell’intervento che di oneri per la gestione e manutenzione.  I concorrenti dovranno inoltre porre particolare attenzione alla flessibilità ed adattabilità della proposta ad una possibile estensione del progetto a tutte e quattordici le torri.

Quale deve essere la proposta progettuale, le modalità ed i tempi di partecipazione sono specificati nel bando pubblicato sul sito Itea. Qui sotto il prospetto del Concorso di Progettazione:

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 06 luglio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

07 luglio - 06:01

L’ex veterinario della provincia di Trento contrario all’abbattimento dell’orsa: “Ogni esemplare ha una sua individualità e pertanto si comporta in modo diverso, JJ4 potrebbe aver agito per difendere i cuccioli, perlomeno le andrebbero concesse le attenuanti generiche e data una seconda possibilità. Probabilmnete era con i cuccioli”

06 luglio - 19:07

Come il 14 giugno anche ieri il nucleo sommozzatori dei vigili del fuoco è dovuto partire dalla caserma di Trento e raggiungere l'elicottero via terra. Impressionante il VIDEO che vi mostriamo dove si vede il secondo mezzo (il loro) che arriva quando ormai non c'è più nulla da fare. Degasperi: ''Dopo la prima tragedia avevo interrogato l'Aula per sapere perché non si sta facendo come si è sempre fatto negli anni passati. Nessuno mi ha risposto e ora c'è stato un altro morto con una dinamica identica. Va individuato il responsabile e gli va fatto cambiare lavoro''

06 luglio - 15:45

I controlli si sono concentrati in Val d’Ega, Sarentino, Renon, passo Lavazè, Val Gardena e nelle località di Corvara in Badia e Armentarola 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato