Contenuto sponsorizzato

Si tamponano, un'auto sbanda contro la roccia e si cappotta

E' successo poco prima delle 8 lungo la strada della Maza tra Arco e Nago. Un uomo trasportato all'ospedale. Sul posto i vigili del fuoco volontari di Arco, ambulanza e forze dell'ordine

Pubblicato il - 03 marzo 2018 - 12:57

ARCO. Grave incidente questa mattina poco prima delle 8 lungo la strada della Maza, la  statale 240 tra Arco e Nago, quando si è verificato un tamponamento tra due vetture.

 

Un'auto ha avuto la peggio e dopo l'urto il conducente, complice anche il fondo stradale ghiacciatoha perso il controllo del veicolo per sbandare contro la roccia e cappottarsi.

 

Immediato l'allarme e sul posto si sono subito portati i vigili del fuoco volontari di Arco, ambulanza e forze dell'ordine per effettuare i rilievi di rito, ricostruire la dinamica e gestire il traffico.

 

Dopo aver liberato l'uomo dall'abitacolo, il conducente di 38 anni è stato trasportato all'ospedale di Arco per le cure e gli accertamenti del caso.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 06 luglio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

07 luglio - 06:01

L’ex veterinario della provincia di Trento contrario all’abbattimento dell’orsa: “Ogni esemplare ha una sua individualità e pertanto si comporta in modo diverso, JJ4 potrebbe aver agito per difendere i cuccioli, perlomeno le andrebbero concesse le attenuanti generiche e data una seconda possibilità. Probabilmnete era con i cuccioli”

06 luglio - 19:07

Come il 14 giugno anche ieri il nucleo sommozzatori dei vigili del fuoco è dovuto partire dalla caserma di Trento e raggiungere l'elicottero via terra. Impressionante il VIDEO che vi mostriamo dove si vede il secondo mezzo (il loro) che arriva quando ormai non c'è più nulla da fare. Degasperi: ''Dopo la prima tragedia avevo interrogato l'Aula per sapere perché non si sta facendo come si è sempre fatto negli anni passati. Nessuno mi ha risposto e ora c'è stato un altro morto con una dinamica identica. Va individuato il responsabile e gli va fatto cambiare lavoro''

06 luglio - 15:45

I controlli si sono concentrati in Val d’Ega, Sarentino, Renon, passo Lavazè, Val Gardena e nelle località di Corvara in Badia e Armentarola 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato