Contenuto sponsorizzato

Spaccia per diamante una pietra di poco valore, truffato un negozio a Trento. Denunciata una 42enne

Vittima è una donna titolare di un negozio che vende e acquista oggetti preziosi. Ad escogitare la truffa una 42enne di fuori provincia 

Pubblicato il - 19 dicembre 2018 - 09:18

TRENTO. E' entrata in un negozio che si occupa di vendita e di acquisto di oggetti preziosi in città e ha iniziato a parlare spiegando di conoscere diverse persone importanti e di essere la commercialista di una nota catena di supermercati. Il tutto perché doveva vendere un diamante da 3,5 carati ed aveva bisogno dei soldi nell'arco di poche ore.

 

Alla fine la negoziante, quasi stordita dal continuo parlare della donna ha accettato pagando 2990 euro. Lo ha fatto senza però effettuare al momento alcun controllo credendo di avere davanti una donna degna di fiducia.

 

Purtroppo, però, non è stato così. Successivamente una consulenza ha confermato che quello che aveva acquistato non era un gioiello ma bensì una pietra di ben minore valore.

 

La 42enne che aveva venduto la pietra come gioiello prezioso è stata rintracciata e denunciata per truffa. Ora la vicenda è finita in tribunale dove la vittima chiede un risarcimento di circa 3 mila euro.

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 24 giugno 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 giugno - 09:50

L'iniziativa rivolta a tutti i cittadini che soffrono il caldo e possono trovare un po' di fresco nei locali che il corpo di Arco ha deciso di mettere a disposizione. Il comandante Bonamico: "E' il terzo anno che apriamo le porte della caserma per aiutare chi soffre il caldo ed è un modo per stare sempre vicini alla comunità"

25 giugno - 06:01

Il post di uno studente sulla pagina Facebook ''Spotted: Unitn'' ha aperto il dibattito sulla questione delle ''carriere alias''. La prorettrice Poggio: ''“L'Università di Trento è stata tra i primi atenei in Italia ad adottare una procedura per il rilascio del 'doppio libretto' per gli studenti o le studentesse in transizione di genere ma con il passaggio al libretto elettronico si sono avuti problemi''

25 giugno - 08:22

E' stato portato all'ospedale Santa Chiara dove si sta riprendendo. I carabinieri hanno avviato le indagini per ricostruire quello che è successo e cercare di individuare l'autore dell'accoltellamento. La rissa con una decina di persone è scoppiata domenica mattina 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato