Contenuto sponsorizzato

Spaccia per diamante una pietra di poco valore, truffato un negozio a Trento. Denunciata una 42enne

Vittima è una donna titolare di un negozio che vende e acquista oggetti preziosi. Ad escogitare la truffa una 42enne di fuori provincia 

Pubblicato il - 19 dicembre 2018 - 09:18

TRENTO. E' entrata in un negozio che si occupa di vendita e di acquisto di oggetti preziosi in città e ha iniziato a parlare spiegando di conoscere diverse persone importanti e di essere la commercialista di una nota catena di supermercati. Il tutto perché doveva vendere un diamante da 3,5 carati ed aveva bisogno dei soldi nell'arco di poche ore.

 

Alla fine la negoziante, quasi stordita dal continuo parlare della donna ha accettato pagando 2990 euro. Lo ha fatto senza però effettuare al momento alcun controllo credendo di avere davanti una donna degna di fiducia.

 

Purtroppo, però, non è stato così. Successivamente una consulenza ha confermato che quello che aveva acquistato non era un gioiello ma bensì una pietra di ben minore valore.

 

La 42enne che aveva venduto la pietra come gioiello prezioso è stata rintracciata e denunciata per truffa. Ora la vicenda è finita in tribunale dove la vittima chiede un risarcimento di circa 3 mila euro.

 

 

Video del giorno
Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 gennaio 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

21 gennaio - 05:01

Andrea Mazzarese, segretario regionale Sinappe, lancia l'allarme: "Gli agenti di polizia penitenziaria costretti a lavorare con l'illuminazione di un faretto che ci è stato lasciato provvisoriamente dai vigili del fuoco e in cinque sezioni manca anche la videosorveglianza"

21 gennaio - 12:57

Katia Rossato negli scorsi giorni ha fatto un post contro il Comune che ha detto no all'introduzione della pistola elettrica a Trento. Il Taser però diventa Teaser (una pubblicità, un trailer) per la consigliera che non legge e il marito (l'attivista Demattè) compie lo stesso errore mentre ieri attaccava il Dolomiti per una presunta fake news collezionando l'ennesima figuraccia

21 gennaio - 10:37

Il 43enne perito elettrotecnico, si occupava della gestione di centrali e di una diga. Appassionato di sport, suonava il trombone. Il ricordo dei compagni: ''Sconvolti, rimarrai nella nostra musica''

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato