Contenuto sponsorizzato

Stupro di gruppo a Trento, arrestata una quarta persona

Il primo dicembre erano stati arrestati tre nigeriani che avevano prima abusato di una giovane connazionale in un parco e poi l'avevano rapinata. Gli investigatori hanno stretto il cerchio su un quarto uomo, un nigeriano classe '94 ospite della struttura d'accoglienza "Fersina", arrestato il 9 gennaio

 

Pubblicato il - 12 January 2018 - 12:08

TRENTO. E' stato arrestato un quarto, potenziale, violentatore. Si tratta sempre di un nigeriano classe '94, che si trovava tra gli ospiti della struttura di accoglienza "Fersina". Un altro richiedente asilo, quindi, che sarebbe tra i violentatori di quella terribile notte di fine novembre quando si sarebbe verificata una violenza di gruppo. La polizia non ha dubbi e nel suo comunicato stampa parla di "carnefici" e di riconoscimenti fatti dalla donna che è stata violentata "senza ombra di dubbio".  

 

Lo scorso 25 novembre la donna aveva raccontato dell'abuso sessuale subita da parte di un gruppo di uomini nigeriani agli investigatori della polizia di Trento. Dalla denuncia è emerso che la donna, che si trovava nei pressi di un bar, era stata costretta da alcuni uomini, sotto minaccia, a recarsi nel vicino parco. Qui gli uomini avrebbero poi abusato sessualmente di lei, violentandola a turno. Successivamente l'avrebbero minacciata nuovamente di ulteriori ritorsioni se avesse chiesto aiuto alla polizia.

 

Tre violentatori furono arrestati il primo dicembre, a seguito del riconoscimento "senza ombra di dubbio" da parte della vittima. Dopo i primi provvedimenti cautelari, gli investigatori hanno stretto il cerchio sul quarto componente della banda, arrestato il 9 gennaio.

 

“A fronte di reati particolarmente degradanti per la dignità umana - commenta il capo della squadra mobile Salvatore Ascione - è fondamentale una risposta immediata ed efficace da parte della polizia giudiziaria che consenta non solo di assicurare alla giustizia gli autori di questo grave reato, ma anche di dimostrare che non esistono sacche di impunità dove criminali possono insidiarsi nella nostra comunità”.
 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 25 settembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Politica
26 settembre - 23:07
L'affluenza si attesta al 15,58% degli aventi diritto. Non è stato raggiunto il quorum. La partecipazione si è fermata distante dal 40% [...]
Cronaca
27 settembre - 07:35
La tragedia è avvenuta ieri pomeriggio mentre stava percorrendo la strada che collega Rovereto e Villa Lagarina. Da qualche anno abitava a [...]
Cronaca
26 settembre - 19:45
Trovati 16 positivi, 1 decesso nelle ultime 24 ore. Registrate 48 guarigioni. Sono 21 i pazienti in ospedale, di cui [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato