Contenuto sponsorizzato

Torna la pioggia ed è di nuovo allerta ''arancione''. Intanto molte strade tornano aperte e sono 2.000 le utenze senza elettricità

Domani è atteso un peggioramento del tempo e dovrebbe piovere dalle 6 alle 18 (ecco dove e in quale misura). Intanto migliora il quadro generale. Ecco la situazione strade, gas, energia e ferrovia

Pubblicato il - 31 ottobre 2018 - 17:10

TRENTO. Torna l'allerta piogge. Domani, giovedì 1 novembre, è previsto che cadano tra i 25 e i 40 millimetri di acqua dal cielo tra le 6 e le 18 circa. Condizioni che, normalmente, non desterebbero preoccupazioni ma insistendo su un territorio già molto provato e in larga parte compromesso da frane, smottamenti e meno protetto per gli alberi abbattuti e sradicati, costringono tutti a tenere altissima l'attenzione. Le allerte saranno declassate ad arancio per l'assetto idrogeologico e a giallo per quello idraulico.

 

Nel dettaglio questa la situazione che ci aspetta: complessivamente cadranno 25 mm. di pioggia complessivi nei settori settentrionali e dai 35 ai 40 mm. in quelli meridionali. A Ovest le piogge saranno più intense al mattino, sul Nord Est nel pomeriggio. Previsto anche un rinforzo dei venti in quota da Sud Est che soffieranno soprattutto nelle ore centrali della giornata (per una media di 60-80 km/ora). In alcune zone scenderanno anche nelle valli, in Valsugana e Bassa val d’Adige  fra le altre. La Protezione civile continuerà comunque a lavorare, ove possibile, per il ripristino delle condizioni pre-maltempo. 

Molto migliorata, invece, la situazione anche per quanto riguarda la viabilità. Circa un terzo delle strade chiuse è stato riaperto. Fra le novità, la riapertura di alcune tratte della SS 48 delle Dolomiti in Val di Fassa. Al momento rimane chiusa solamente la variante di Predazzo per pericolo caduta sassi, con transito attraverso l'abitato. Per quanto riguarda i collegamenti verso il vicino Veneto, la SS 50 del passo Rolle verrà riaperta in serata fino a Tonadico, il Passo Cereda verrà riaperto questa sera, il Passo San Pellegrino dovrebbe essere riaperto domattina, mentre il passo Valles è chiuso e rimane chiuso per ora anche il Passo Fedaia (al km 10,000 per frana).

 

Venendo alle forniture di energia, Pergine e Predazzo sono nuovamente servite in maniera totale da ieri sera. Si sta lavorando per ripristinare l'erogazione dell'alta tensione anche a Moena entro questa sera (il centro ès comunque servito dalla media tensione). Permangono in tesino e altrove utenze in genere molto isolate, sulle quali è più difficile intervenire. In tutto le utenze ancora prive di energia elettrica sono circa 2000

 

Per quanto riguarda il gas, stanno proseguendo alacremente i lavori per la realizzazione del by-pass sul ponte di Strametizzo. Fra la notte di oggi e domattina se l’esito dei test è positivo si potrebbe ridurre la criticità sulla fornitura. La tempistica per il ripristino del servizio, rispetto alle previsioni di ieri, si è ridotta quindi di circa il 50%.  

 

Prosegue infine senza sosta il lavoro dei Vigili del fuoco permanenti e volontari, impegnati con interventi su tutto il territorio. Gran parte delle esigenze risultano allo stato attuale soddisfatte. Fra l'altro nuove squadre sono in partenza per Novaledo, uno dei centro della Valsugana più colpiti, soprattutto dalla bufera di vento, ed altre sono previste domani e dopodomani in val di Fassa per dare supporto a Terna e Set per ripristinare le forniture energetiche a Canazei.

 

Sul versante del trasporto ferroviario la Valsugana ha ripreso le corse dalle 5 di stamattina, la linea Trento-Malè funziona fra Trento e Mezzolombardo mentre fra Mezzolombardo e Malè si procede con il servizio sostitutivo su autobus. Da domani in tarda mattinata funzionerà anche la tratta fra Malé e Mezzana. Riaperta completamente la linea del Brennero, anche sul versante austriaco.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 03 dicembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

05 dicembre - 05:01

Il Lockdown, la legge Failoni sulle chiusure domenicali e ora un nuovo Dpcm che blinda il Natale, le attività dei centri commerciali sono messe a dura prova: “Provvedimenti che minano l’equa concorrenza, se noi siamo chiusi la gente affollerà i centri storici. Noi negozianti non siamo il male assoluto”

05 dicembre - 09:26

Il video realizzato da Local Team in diretta mostra la grande quantità di neve caduta nella zona di Madonna di Campiglio nel corso della notte. Mezzi spazzaneve al lavoro 

05 dicembre - 08:02

Il maltempo nelle ultime ore in Alto Adige ha  causato un centinaio di interventi da parte dei vigili del fuoco. Oggi è allerta rossa 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato