Contenuto sponsorizzato

Tragedia sul Brento, volo mortale per un jumper di 25 anni

Il corpo senza vita è stato ritrovato ieri sera da un gruppo di alpinisti accanto alla vela spiegata. Secondo le prime informazioni si sarebbe lanciato dalla "Via Vertigine"

Pubblicato il - 26 luglio 2018 - 08:05

DRO. La parete zebrata del Brento ha fatto una nuova vittima. Si chiama Reginaldo Gomes de Silvan il giovane di 25 anni che ieri sera è stato trovato senza vita alla base della montagna.

A scoprire il corpo, attorno alle 21, sono stati alcuni alpinisti che hanno visto la vela spiegata per terra ed immediatamente hanno dato l'allarme.

 

Reginaldo, secondo le prime informazioni, era salito in quota senza alcun amico. Poco prima delle 20.30 ha salutato le altre persone che con lui erano salite utilizzando il pulmino transfer. Ha indossato la tuta alare e ha scelto come trampolino una zona della “Via Vertigine”.

 

Non è al momento ancora chiaro cosa sia successo ma tra le ipotesi c'è il vento che avrebbe fatto spostare la traiettoria del ragazzo e con l'apertura della vela lo avrebbe fatto sbattere violentemente contro la roccia.

Un volo fatale di oltre 500 metri. Dopo l'allarme le operazioni di recupero del corpo senza vita sono state rese difficili dall’oscurità ma anche dalla zona impervia. A recuperare il corpo del giovane è intervenuta una squadra di 8 uomini del soccorso alpino assieme ai vigili del fuoco e ai carabinieri.

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.47 del 13 Dicembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

13 dicembre - 18:58

Per Cgil, Cisl e Uil il ridimensionamento del bilancio di Agenzia del Lavoro si tradurrà in un contenimento della spesa per la formazione e la riqualificazione professionale, blocco agli incentivi alle assunzioni stabili per i disoccupati deboli, azzeramento della staffetta occupazionale, stop al reddito di attivazione. Il tutto mentre si investono 8 milioni in strategie di welfare che saranno superate dal governo nazionale

13 dicembre - 19:15

La specie in provincia è diffusa soprattutto in Valsugana. La Fem: ''E' molto resistente perché capace di creare delle nicchie ad altitudini sensibilmente maggiori rispetto alla zanzara tigre. L'estate scorsa abbiamo rilevato un caso davvero particolare, seppure isolato: la presenza di una colonia addirittura ad una altitudine di 1.500 metri''

13 dicembre - 17:52

Il gatto pare sia di casa Rifugio Predaia e dopo che gli escursionisti che lo hanno incontrato hanno postato delle foto su Facebook, in breve tempo, la storia di “Scòdega” è diventata virale

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato