Contenuto sponsorizzato

Trento, degrado con rifiuti e orinatoi a cielo aperto allo skate park di via del Maso Smalz

Presentata in consiglio comunale una domanda di attualità da parte della Lega per sapere le azioni che il Comune intende mettere in atto per risolvere la situazione

Di gf - 04 luglio 2018 - 16:37

TRENTO. Immondizia, bivacchi notturni, spazi utilizzati come orinatoi a cielo aperto. “Siamo stanchi di una situazione del genere” spiegano alcuni cittadini che frequentano quotidianamente lo skate park di via del Maso Smalz.

L'area negli ultimi tempi si è sempre più degradata. Cataste di rifiuti abbandonati per giorni presso i cassonetti, immondizie sparse sui prati attigui alle piste da skate, rifiuti, deiezioni e bivacchi notturni nel tunnel pedonale retrostante che attraversa via Hubert Jedin, nonché lo stesso tunnel preso di mira da ragazzi graffitari.

 

A raccogliere le lamentele dei cittadini è stato il consigliere delle Lega, Devid Moranduzzo, che ha presentato in consiglio comunale una domanda di attualità. “Ci è stata segnalata – spiega il consigliere della Lega - anche la presenza presso il parcheggio antistante al parco, di una coppia di ragazzi tossicodipendenti”

 

La richiesta che viene fatta è quella di capire quali siano i provvedimenti che l'Amministrazione intende attuare per porre rimedio alle problematiche al parco nonché di prevenire in futuro il ripetersi delle stesse.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 novembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

20 novembre - 05:01

E' un po' presto per tirare le conclusioni. Il percorso verso dicembre è lungo e ci sono audizioni, emendamenti e votazioni in mezzo. Ma la manovra sembra piccola, molto piccola, rispetto alle possibilità e alle capacità del Trentino. Tante scelte e decisioni potrebbero essere rimandate al prossimo assestamento di bilancio

19 novembre - 19:41

Sono una quarantina i soci iscritti alla cooperativa Radio Taxi Trento che operano sul territorio provinciale. "La sicurezza negli anni è diminuita" ha spiegato il presidente Braccia. Al via, intanto, il "Taxi Rosa" per donne e minori che possono usare i mezzi nella fascia notturna con un buono sconto di 5 euro

19 novembre - 20:12

I contesti più critici sono rappresentati dalle frane verificatesi nel fondo valle e dalle valanghe in alta quota, la Pat: “Monitoriamo la situazione”. Rimane chiusa la strada statale 240, che collega Riva del Garda con Torbole, per la possibilità che altri massi si stacchino dal Monte Brione

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato