Contenuto sponsorizzato

Trento, studente aggredito, la condanna di Udu e UNITiN: ''Siamo inorriditi, violenza fomentata dalla propaganda d'odio''

I rappresentanti di Udu e UNITiN condannano l'aggressione avvenuta venerdì sera ai danni di uno studente indiano. "Serve proseguire e investire ancora di più sulle politiche di integrazione"

Pubblicato il - 17 October 2018 - 13:52

TRENTO. “Un episodio che fa inorridire, frutto di un momento in cui sembra purtroppo essere stata alzata l'asticella sulla tolleranza della violenza nei confronti del diverso”. Udu e UniTIN condannano in maniera netta l'episodio di aggressione avvenuto venerdì sera ai danni di uno studente indiano in corso Buonarroti a Trento.

 

Il giovane, attorno alle 21, si trovava in bici in prossimità dell'incrocio con via Lampi, proprio davanti la nuova residenza universitaria Mayer, quando, tutto ad un tratto, è stato fermato da due ragazzi che lo hanno fatto cadere dalla bici e poi colpito.

 

"Fatti come quello dell'aggressione di venerdì – ha affermato Sofia Giunta di Udu - non possono che essere condannati. La violenza di stampo razziale, fomentata dalla propaganda d'odio che ha reso legittimo, soprattutto negli ultimi mesi, qualunque tipo di comportamento nei confronti di chi viene identificato come 'diverso', deve necessariamente indignarci".

 

Per la portavoce trentina dell'Unione degli Universitari “occorre puntare ad un maggiore investimento nelle politiche d'integrazione”mettendone in evidenza anche la ricchezza che ne deriva.

 

A condannare l'accaduto è anche Luca Bocchio, di UNITiN, e vicepresidente dell'Opera Universitaria. “Condanniamo fermamente quello che è successo – ha affermato -  e ci dispiace. Il fatto è avvenuto in una zona dove è stato appena aperto lo studentato Mayer e dove sono presenti molti ragazzi che provengono da altre zone del mondo”.

 

Come studenti, ha affermato Bocchio “ci siamo sempre battuti affinché Trento potesse essere una sorta di 'casa' accogliente e sicura. Voglio pensare che non ci sia l'aggravante di stampo razziale ma se fosse accertata, sarebbe una cosa che lascia veramente inorriditi”. Anche per il rappresentante di UNITiN, l'unico modo di rispondere a tutto questo è “investire ancora di più sull'integrazione, a partire da quello che già fa l'Università e l'Opera universitaria”.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 05 agosto 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Sport
05 agosto - 20:44
Un timoniere dal talento unico e cristallino, il velista si è confermato tra i migliori interpreti della disciplina e Tita non ha mai nascosto [...]
Politica
05 agosto - 20:53
Ennesima protesta No-vax in piazza a Trento, presenti anche i consiglieri di Fratelli d’Italia Demattè e Rossato: “Siamo qui per dire no [...]
Cronaca
05 agosto - 20:26
Trovati 33 positivi, nessun decesso nelle ultime 24 ore. Sono state registrate 36 guarigioni. Ci sono 11 pazienti in ospedale, di cui 1 persona in [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato