Contenuto sponsorizzato

Ugo Pradal è il nuovo direttore dell'Unità di pediatria dell'ospedale di Rovereto

Si è laureato in medicina e chirurgia all’Università degli studi di Verona dove, nel 1991, si è specializzato in pediatria

Pubblicato il - 15 gennaio 2018 - 13:26

ROVERETO. All'ospedale di Rovereto è stato nominato il nuovo direttore dell'Unità di pediatria. Il professionista è Ugo Pradal, nominato dal direttore generale dell’Azienda provinciale per i servizi sanitari Paolo Bordon.

 

Pradal è stato scelto in virtù dell’ottimo curriculum professionale e della rilevante esperienza gestionale che gli hanno valso il giudizio di ottimo al colloquio selettivo. L’incarico alla guida della struttura pediatrica dell’Area materno infantile avrà durata quinquennale.

 

Nato a Vittorio Veneto (Tv) il 14 maggio 1961, Ugo Pradal si è laureato in medicina e chirurgia all’Università degli studi di Verona dove, nel 1991, si è specializzato in pediatria. Ha lavorato come pediatra per 25 anni, dapprima all’Usl 25 di Verona e successivamente all’Azienda ospedaliera di Verona divenuta poi Azienda ospedaliera universitaria integrata.

 

Vanta un’ampia esperienza professionale particolarmente incentrata sulla fibrosi cistica, è stato titolare dal 2006 al 2009 dell’incarico di alta professionalità «Attività assistenziale pneumologia nel paziente adulto con fibrosi cistica» e dal 2010 di quello di «Laboratorio di fisiopatologia respiratoria e broncoscopia».

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 05 marzo 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

04 aprile - 19:55

Il presidente in conferenza stampa ha detto che per lui da lunedì si parte ma mentre Kompatscher e Zaia prima hanno distribuito i dispositivi e poi hanno fatto l'ordinanza in Trentino ancora manca tutto. E se nelle farmacie le mascherine scarseggiano il paradosso è che i guanti si potrebbero comprare proprio nei supermercati che, però, domani sono chiusi e lunedì non dovrebbero più essere frequentati senza i guanti

04 aprile - 19:38

Le vittime negli ospedali del sistema trentino sono 3 donne e 3 uomini. Sono 1.601 le persone in isolamento domiciliare, 151 in Rsa mentre i casi complessivi riguardano 741 persone, 151 nelle case di cura e 14 in strutture intermedie. Sono 301 i pazienti ricoverati senza ventilazione, 52 in semi-invasiva e 81 in ventilazione invasiva

04 aprile - 19:01

Si tratta di un gruppo di analisi di scenario e un gruppo tecnico operativo per mettere in campo misure concrete sul breve periodo per dare "ossigeno" a chi ne ha bisogno e impostare una manovra di medio-lungo periodo, che inizi a guardare al "dopo" quindi ad uno scenario che abbracci almeno i prossimi 12-24 mesi. Ecco chi sono i 15 nomi scelti

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato