Contenuto sponsorizzato

Una montagna di rifiuti davanti al Crm, Dolomiti Ambiente: ''Comportamenti incivili''

E' successo la scorsa notte. Ad accorgersi di quello che è successo i cittadini e gli operatori del centro 

Di G. Fin - 19 aprile 2018 - 19:55

ROVERETO. Vestiti usati, scarpe ma anche bottiglie e tanti altri rifiuti. Il tutto buttato per terra all'entrata del Centro di Raccolta Materiali di Mira di Rovereto. Ad accorgersi di quello che era successo durante la notte all'entrata del centro sono stati alcuni cittadini e gli operatori.

“Sono comportamenti incivili” ha spiegato Dolomiti Ambiente che gestisce il centro e che ha preso in carico anche l'intervento di pulizia dell'area.

 

“Essendo una grossa quantità di rifiuti – è stato spiegato – non si possono usare i normali mezzi ma servirà un braccio meccanico. Inoltre sono rifiuti vari che vanno da indumenti usati, bottiglie e tanto altro”.

 

Sono stati ricercati degli elementi che potessero ricondurre agli autori del gesto ma non è stato trovato nulla di utile. “Purtroppo le telecamere – spiegano da Dolomiti Ambiente – non sono servite ad individuare il soggetto”.

 

Fatti del genere mostrano come sia di fondamentale importanza proseguire in un'opera di sensibilizzazione della cittadinanza per un comportamento civile e rispettoso dell'ambiente.

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 26 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

26 gennaio - 20:37

Sono 252 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 36 pazienti sono in terapia intensiva e 43 in alta intensità. Oggi sono stati comunicati 7 decessi, mentre sono 23 i Comuni con almeno 1 nuovo caso di positività

26 gennaio - 18:51

Cgil, Cisl e Uil: “Mentre in altre realtà si adottavano misure più restrittive per contenere l’avanzata del virus tra la popolazione e mettere in sicurezza il sistema sanitario, il presidente Fugatti nascondeva i dati, preferendo puntare il dito contro i 'presunti virologi' e ignorando l’allarme che arrivava dai medici in prima linea"

26 gennaio - 18:14
Nelle ultime 24 ore sono state comunicate anche 114 positività a conferma dei test antigenici effettuati nei giorni scorsi. Sono state registrate 15 dimissioni e 197 guarigioni
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato