Contenuto sponsorizzato

Un'auto si cappotta, violento scontro in centro. Sei all'ospedale

La macchina su cui viaggiava una donna di 48 anni ha centrato, per cause ancora da definire, l'altra automobile coinvolta nel sinistro su cui viaggiavano 5 giovani. Per la forza dell'urto quest'ultimo mezzo si è capovolto completamente, urtando anche il palo del semaforo danneggiandolo

Pubblicato il - 06 maggio 2018 - 08:51

TRENTO. Violento impatto ieri notte, a mezzantte, all'incrocio tra via Torre Verde e via Romagnosi. Sei persone ferite, per fortuna nessuna in modo grave. Due veicoli si sono scontrati a causa di una mancata precedenza.

 

La macchina su cui viaggiava una donna di 48 anni ha centrato, per cause ancora da definire, l'altra automobile coinvolta nel sinistro su cui viaggiavano 5 giovani. Per la forza dell'urto quest'ultimo mezzo si è capovolto completamente, urtando anche il palo del semaforo danneggiandolo.

 

Alla guida dell'auto cappottata una ragazza di 19 anni, mentre i passeggeri, feriti in modo lieve, hanno un'età compresa tra i 15 e i 18 anni. Sul posto due ambulanze, i Vigili del fuoco Permanenti e i Carabinieri che dovranno ricostruire con attenzione la dinamica per dimostrare le responsabilità delle conducenti.

 

Tutti i feriti sono stato treasportati al pronto soccorso dell'ospedale Santa Chiara.

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.47 del 13 Dicembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

15 dicembre - 05:01

La prorettrice di Unitn Barbara Poggio: “Le ricerche dimostrano che aumentare i servizi e ridurre i costi degli stessi funzionano meglio degli aiuti economici diretti”. La misura non piace nemmeno ai sindacati: “Le persone decidono di farsi una famiglia se hanno un buon lavoro non per delle vaghe promesse propagandistiche”

14 dicembre - 20:09

Per la Lega abolizione della caccia Lombardia attribuire la responsabilità (se di responsabilità si parla) dell'accaduto all'ungulato è sbagliato. Come sbagliate sono le strategie di contenimento di questi animali: ''Non a caso in oltre trent’anni di gestione del problema da parte dei cacciatori, questa specie in Italia è aumentata in maniera esponenziale''

14 dicembre - 19:05

Il 14 dicembre dello scorso anno Antonio Megalizzi 29 anni, giornalista, è stato ucciso da un proiettile esploso a Strasburgo, tre giorni prima, in un mercatino di Natale, da un terrorista. Oggi tante iniziative per ricordarlo. In radio una maratona per Antonio e l'amico Bartosz

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato