Contenuto sponsorizzato

Undici chili di cocaina sequestrati all'Interporto. Arrestato camionista di 68 anni

Trovati all'interno dell'abitacolo di un camion 10 panetti di droga per un totale di 11 chili dal valore approssimativo di 800 mila euro al dettaglio. L'autista, di origini campane, fermato con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio con l'aggravante della transnazionalità

Di Alessandro Betti e Martin Fedrizzi (Liceo Prati) - 18 giugno 2018 - 12:32

TRENTO. Undici chili di cocaina sequestrati, a tanto ammonta la quantità di sostanze stupefacenti ritrovate nella cabina di un camion nella zona dell'Interporto Doganale dalla Squadra Mobile di Trento guidata da Salvatore Ascione. La polizia, in collaborazione con la Guardia di Finanza, ha fermato Luigi Canfora, originario di Castellammare di Stabia (NA), che era alla guida del camion sul quale è stata rinvenuta la droga.

 

I controlli sono scattati in seguito all'atteggiamento sospetto dell'autista, che appariva nervoso, e anche perché proprio su quella tratta erano stati arrestati in passato altri trafficanti: il carico, partito dal nord della Germania, si è spostato fino a Trento usufruendo del servizio del trasporto ferroviario ed era probabilmente destinato a raggiungere il sud Italia.

 

Nella prima mattinata di sabato le forze dell'ordine hanno dunque perquisito l'automezzo, rinvenendo all'interno dell'abitacolo 10 panetti avvolti nel nylon dal peso totale di 11 chili, per un valore approssimativo di 800 mila euro al dettaglio.

 

Un simile quantitativo di stupefacente ha indotto la polizia a ritenere che la droga sia riconducibile ad organizzazioni criminali che operano su larga scala: si attende conferma di ciò anche dal resoconto delle analisi che verranno svolte sulla sostanza, volte a determinare il grado di purezza della cocaina. Infatti l'elevata purezza potrebbe indicare il coinvolgimento di reti di spaccio internazionali.

 

"Anche quest'operazione della Squadra Mobile - dice Sandro Raimondi, capo della Procura di Trento - si muove in direzione della serrata lotta allo spaccio che stiamo portando avanti. Con l'obiettivo di migliorare i risultati anche nella lotta al narcotraffico verranno attuate nuove strategie investigative per la prevenzione di questo tipo di reati attraverso analisi attenta e monitoraggio costante". 

 

L'autista, 68 anni e incensurato, si trova adesso nel carcere di Spini di Gardolo con l'accusa di detenzione di droga ai fini di spaccio con l'aggravante della trans-nazionalità e rischia oltre 20 anni di carcere.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.47 del 13 Dicembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

13 dicembre - 18:58

Per Cgil, Cisl e Uil il ridimensionamento del bilancio di Agenzia del Lavoro si tradurrà in un contenimento della spesa per la formazione e la riqualificazione professionale, blocco agli incentivi alle assunzioni stabili per i disoccupati deboli, azzeramento della staffetta occupazionale, stop al reddito di attivazione. Il tutto mentre si investono 8 milioni in strategie di welfare che saranno superate dal governo nazionale

13 dicembre - 19:15

La specie in provincia è diffusa soprattutto in Valsugana. La Fem: ''E' molto resistente perché capace di creare delle nicchie ad altitudini sensibilmente maggiori rispetto alla zanzara tigre. L'estate scorsa abbiamo rilevato un caso davvero particolare, seppure isolato: la presenza di una colonia addirittura ad una altitudine di 1.500 metri''

13 dicembre - 17:52

Il gatto pare sia di casa Rifugio Predaia e dopo che gli escursionisti che lo hanno incontrato hanno postato delle foto su Facebook, in breve tempo, la storia di “Scòdega” è diventata virale

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato