Contenuto sponsorizzato

Aggredisce la moglie e la ferisce con un coltello, arrestato e condannato a 4 mesi

Intervento questa mattina dei carabinieri di Trento in via Gandhi per riportare la calma tra coniugi. Il marito aveva appena aggredito la moglie, ferita anche con un coltello alla mano

Pubblicato il - 23 gennaio 2019 - 15:35

TRENTO. Aveva aggredito, anche con un coltello, la moglie. Nelle prime ore di oggi, mercoledì 23 gennaio, i militari di Trento sono entrati in azione in via Gandhi a Trento per riportare la calma tra coniugi.

 

L'allerta scatta quando la donna chiama la Centrale unica emergenza per richiedere un intervento urgente delle forze dell'ordine. Nel giro di pochi minuti è arrivata la pattuglia: il marito aveva aggredito la consorte in modo violento ed era anche ricorso all'uso di un coltello da cucina per colpire la donna, ferita al dito di una mano.

 

Immediati gli accertamenti dei carabinieri, i quali hanno anche trovato il coltello utilizzo poco prima dal coniuge, mentre gli approfondimenti proseguono per capire le ragioni del violento litigio e se ci sono precedenti lesivi nei confronti della donna.

 

Quest’ultima, prima di ricorrere alle cure dei sanitari del pronto soccorso di Trento per la ferita e per le contusioni riportate a seguito dell’alterco, ha presentato specifica denuncia contro il coniuge. 

 

Il marito 55enne è stato arrestato e trattenuto nella caserma di via Barbacovi a disposizione dell’Autorità giudiziaria, giudicato per direttissima al tribunale di Trento per i reati di maltrattamenti in famiglia, lesioni personali e condannato a quattro mesi di reclusione.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 16 agosto 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

18 agosto - 06:01

Il fil rouge di questa vicenda è un giovane che alle sue diverse fidanzate, nel tempo, riserva lo stesso trattamento fatto di botte, insulti pesantissimi e disagi che, in molti casi, si sono trasformati in denunce e ammonimenti. Dopo che sono arrivati gli arresti domiciliari ora per il ragazzo ci sarà il processo e anche sul suo futuro genitoriale la parola passa alla magistratura 

17 agosto - 19:21

Dopo l'azione degli Schützen di ieri, che hanno coperto i nomi tedeschi in 600 cartelli per denunciare l'ingiustizia della non ufficialità dei toponimi tedeschi, la questione torna al centro del dibattito. Delle Donne: "E' meramente politica, fu l'Svp a non renderla ufficiale". Klotz: "Si vuole dare valenza istituzionale a nomi fascisti e inventati. L'azione degli Schützen evidenzia l'ingiustizia"

17 agosto - 20:11

E' successo questo pomeriggio attorno alle 17. Sul posto i vigili del fuoco. E' stato necessario il sorvolo dell'elicottero con il geologo per verificare la situazione

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato