Contenuto sponsorizzato

Alla guida dell'auto di un pregiudicato senza patente e senza assicurazione, nei guai una 27enne multata per 7 mila euro

Il controllo è scattato nel fine settimana, quando gli operatori della polizia locale delle Giudicarie si sono imbattuti nella zona di Tione in un veicolo Alfa Romeo 147 intestato ad un pregiudicato calabrese residente nel capoluogo. I carabinieri di Tione fermano un cittadino tunisino irregolare sul territorio

Pubblicato il - 15 aprile 2019 - 14:07

TIONE. Dopo un inseguimento, è stata fermata alla guida di un'auto senza copertura assicurativa e senza patente, nei guai una 27enne romena e residente a Trento. 

 

Il controllo è scattato nel fine settimana, quando gli operatori della polizia locale delle Giudicarie si sono imbattuti nella zona di Tione in un veicolo Alfa Romeo 147 intestato ad un pregiudicato calabrese residente nel capoluogo. 

 

La conducente però non si è fermata per proseguire la corsa, così i poliziotti si sono messi all'inseguimento per fermare il mezzo all'altezza dell'abitato di Saone

 

Le verifiche effettuate sul veicolo e sulla conducente hanno permesso di accertare come il primo non fosse coperto da assicurazione da oltre un anno e la seconda non avesse mai conseguito la patente di guida.

 

Sono state elevate complessivamente sanzioni per quasi 7 mila euro, mentre l'auto è stata sequestrata.

 

Non è l'unico intervento delle forze dell'ordine nelle Giudicarie. I militari della stazione dei carabinieri di Tione hanno, infatti, identificato un cittadino tunisino, passeggero a bordo di un veicolo, irregolare sul territorio nazionale.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 24 aprile 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 aprile - 13:32

Oggi è il 25 aprile e Salvini si è dimostrato ancora una volta ambiguo rispetto a questa ricorrenza dando, in questo modo un segnale al suo popolo e alla sua classe dirigente che continua a ritenerlo infallibile nonostante le continue retromarce (dal numero di immigrati clandestini all'aumento delle accise). Addirittura consigliere provinciali si fanno le foto con a fianco la sua immagine come fosse una guida spirituale

25 aprile - 16:38

Non va più bene nemmeno che le oche facciano i loro bisogni nel loro habitat naturale, su dei prati in riva al lago: Oss Emer ha già emesso un'ordinanza per farle rimuovere e portare in una fattoria vicina. Wwf, Lipu, Pan - Eppaa e Legambiente: ''Pronte a ricorrere in sede giuridica. Quelle oche selvatiche sono nate in natura e si recano su quei prati essenzialmente in inverno quindi non creano problemi al turismo'' 

25 aprile - 16:14

Un'auto nell'affrontare una curva prima dell'abitato di Nogarè ha stretto troppo la traiettoria per uscire di strada

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato