Contenuto sponsorizzato

Casacche colorate per i medici della protonterapia infantile. Il Lions Club regala "nuove" divise

Il Lions Club Trento del Concilio ha voluto donare al personale dell'Unità di protonterapia dei camici colorati per creare un rapporto più diretto con i piccoli pazienti. Le socie sono state infine accompagnate a visitare il Centro per conoscere questa struttura specialistica dotata di una tecnologia sofisticata e innovativa

Pubblicato il - 04 dicembre 2019 - 17:32

TRENTO. Di fronte a un piccolo paziente anche il colore di un camice può influire, favorendo o meno una migliore relazione tra medico e malato e pertanto un approccio più conciliante alle terapie e alle cure. È in quest'ottica che il Lions club Trento del Concilio ha voluto donare al Centro di protonterapia dei sovracamici colorati per il personale tecnico-sanitario, per gli infermieri e per i medici.

 

Alla presenza del direttore del Servizio ospedaliero provinciale di Apss Giovanni M. Guarrera e del direttore dell'Unità operativa di protonterapia Maurizio Amichetti, la presidente di Lions Club Silvana Cantoni Salvetti e la promotrice dell'iniziativa Mirella Opassi hanno consegnato delle divise colorate. La divisa bianca, infatti, se è di norma con i pazienti adulti, non è sempre la migliore opzione quando si tratta di lavorare coi bambini.

 

La divisa colorata permette infatti agli operatori sanitari di trovare un'intesa con i piccoli pazienti, specie al momento di comunicare come avverrà il trattamento. Confezionate con stoffe colorate, rigorosamente certificate a garanzia della sicurezza e della qualità del prodotto, la casacche potranno essere indossate sopra la divisa ufficiale, a patto che riporti spillato il cartellino di riconoscimento.

 

Il momento della consegna è stato per di più utile e importante per far conoscere alle socie Lions le attività del Centro di protonterapia, la struttura altamente specialistica per la cura dei tumori attraverso l'utilizzo di una tecnologia sofisticata e innovativa. Guidate da tecnici e medici le socie hanno potuto visitare i diversi spazi del Centro e in particolare la gantry ('camera di trattamento') e il ciclotrone (l'enorme sistema che trasporta e rilascia il fascio di protoni).

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

22 gennaio - 19:59

Il numero dei pazienti covid scende ancora e si posiziona a 260, ma la notizia incoraggiante sta anche nel forte calo dei decessi che oggi si fermano ad 1 solo caso avvenuto a Mori. Dei nuovi casi positivi, gli asintomatici sono 75 mentre i pauci sintomatici sono 96. Ci sono altri 19 casi di bambini e ragazzi in età scolare che hanno contratto il virus (le classi in quarantena ieri erano 24) e di questi 3 piccoli hanno meno di 5 anni. Gli ultra settantenni invece sono 30

22 gennaio - 18:49

Intervenuto nella conferenza stampa sulla situazione Covid in provincia, il direttore della Prevenzione dell'Apss Antonio Ferro spiega l'errore nella somministrazione a 12 operatori dell'ospedale di Rovereto di una soluzione fisiologica al posto dei vaccini. "Questo dimostra quanto siano importanti i controlli"

22 gennaio - 17:57

Sul fronte della campagna di vaccinazione,  sono stati somministrati 12.866 vaccini, di cui 3.281 ad ospiti di residenze per anziani. Si registrano 19 nuovi casi di bambini e ragazzi in età scolare

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato