Contenuto sponsorizzato

Entra nella sala slot armato ed esplode alcuni colpi, ma il cassiere lo mette in fuga. Arrestato poco dopo

Un malvivente si è avvicinato al cassiere per intimargli di consegnare l'incasso della serata. L'addetto però si è rifiutato e così è scattato un parapiglia. Le indagini hanno permesso ai carabinieri di arrestare l'uomo nel giro di un'ora e di identificarlo quale autore di un gesto simile una settimana fa

Pubblicato il - 25 giugno 2019 - 14:16

ROVERETO. Momenti di tensione e paura al "Las Vegas" in via del Garda a Rovereto, dove una persona è entrata nella sala slot coperta in volto da un passamontagna e pistola alla mano ha esploso alcuni colpi in aria.

 

E' successo intorno a mezzanotte, quando un malvivente si è avvicinato al cassiere per intimargli di consegnare l'incasso della serata. L'addetto però si è rifiutato e così è scattato un parapiglia. 

 

Il malvivente per intimorire il ragazzo ha esploso dei colpi, ma senza riuscire nel suo intento. Si è generata così una situazione di stallo e il ladro ha preferito darsi alla fuga, mentre sul posto sono arrivati i carabinieri

 

I militari hanno raccolto i primi dati, le testimonianze e hanno acquisito le immagini del sistema di videosorveglianza della slot per avviare le indagini.

 

Un'operazione veloce dei carabinieri che sono riusciti a risalire all'autore del gesto nel giro di un'ora, nonostante il malvivente avesse escogitato un piano per depistare in qualche modo del indagini. 

 

Al fine di sfuggire alle forze dell’ordine, il ladro aveva, infatti, posteggiato il proprio mezzo in un parcheggio pubblico, isolato e distante dalla scena del crimine per cercare di far passare inosservato agli inquirenti il veicolo.

 

Il mezzo però è stato presto individuato e quindi è scattato un controllo di polizia: i militari hanno poi eseguito una perquisizione personale e veicolare per trovare nascosta all'interno dell'auto il passamontagna e l'arma, che poi si è rivelata una scacciacani

 

Non solo, le similitudini con evento simile di appena una settimana fa, non sono sfuggite agli investigatori: all’interno del veicolo sono stati rinvenuti ulteriori indumenti che hanno permesso di identificare l'uomo quale autore della tentata rapina anche all'Admiral in piazza Leoni. L'uomo, messo alle strette, non ha potuto far altro che ammettere il doppio colpo e quindi è stato arrestato.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.34 del 19 Ottobre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

21 ottobre - 06:01

Per l’elettrificazione della Valsugana va ancora peggio, se fino a qualche mese fa i lavori erano stati calendarizzati in questo nuovo documento si parla genericamente di “studio del potenziamento dei servizi sulla linea” ma nel frattempo in vista delle Olimpiadi in Veneto sono già iniziati i lavori di elettrificazione delle varie linee ferroviarie

20 ottobre - 19:21

Fototrappolato dal forestale Tommaso Borghetti pochi giorni fa sui Lessini il maschio alfa giunto dalla Slovenia e unitosi alla femmina alfa (li si riconosce perché alzano la zampa entrambi per segnare il territorio GUARDA I VIDEO) nel 2012 spiega come la dispersione sia il segreto del successo di questi animali. ''Uno dei suoi figli nati sulle nostre montagne è stato avvistato in Slovenia. Ha fatto il percorso inverso a lui, mentre una femmina, sempre slovena, è arrivata a Paneveggio''

20 ottobre - 18:50

I sinistri a catena si sono verificati all'altezza dello svincolo che dalla strada che da Dermulo va verso Sanzeno gira per Coredo

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato