Contenuto sponsorizzato

Fermati quattro minorenni, hanno rubato un'auto, forzato un posto di controllo e fornito documenti falsi

Inseguimento folle ieri pomeriggio a Bolzano. I carabinieri sono riusciti a bloccare quattro minorenni. Uno di loro, quello alla guida, ha dichiarato delle false generalità, un secondo ha addirittura consegnato un documento di identità palesemente contraffatto, un terzo aveva addosso alcuni grammi di hashish

Pubblicato il - 25 febbraio 2019 - 17:10

BOLZANO. Rubano un'auto, all'alt dei carabinieri decidono di accelerare e alla fine di un inseguimento molto pericoloso forniscono alle forze dell'ordine false generalità e documenti contraffatti. A finire nei guai sono stati quattro minorenni la cui situazione, molto complessa, è al vaglio della Procura dei minori di Bolzano.

 

L'inseguimento è partito ieri pomeriggio attorno alle 14 quando una pattuglia dei carabinieri stava svolgendo un servizio di prevenzione nel quartiere di Oltrisarco ed ha notato, lungo via Claudia Augusta, una Mazda di colore grigio con quattro persone a bordo.

 

In pochi istanti i militari hanno capito che si trattava dello stesso mezzo che era stato rubato, la notte del 22 ad Appiano. All'alt da parte dei carabinieri l’autovettura ha iniziato subito ad accelerare, allontanandosi rapidamente. Ne è nato un inseguimento. I carabinieri in ogni modo hanno tentato di evitare che il conducente, che procedeva a grande velocità, potesse mettere in pericolo gli altri utenti della strada.

 

A sirene spiegate la pattuglia non ha mollato un attimo il mezzo e nel frattempo sono stati chiesti anche altri rinforzi per bloccare alcune strade ed evitare che altri veicoli potessero incrociare il mezzo in fuga.

 

La folle corsa della Mazda si è protratta fino a Fiè allo Sciliar, dove i carabinieri, coadiuvati da altre pattuglie, sono riusciti a bloccare il mezzo. A bordo 4 giovani che sono stati poi accompagnati in caserma e dalla procedure di identificazione si è scoperto essere tutti minorenni.

 

Uno di loro, quello alla guida, ha dichiarato delle false generalità, un secondo ha addirittura consegnato un documento di identità palesemente contraffatto, un terzo aveva addosso alcuni grammi di hashish.

 

Una situazione complessa che è ora al vaglio della Procura per i minorenni di Bolzano, a cui sono stati rimessi gli accertamenti svolti dai Carabinieri. L’autovettura oggetto di furto è stata sottoposta a sequestro, così come il documento falso e lo stupefacente. Per i quattro l’accusa è di ricettazione, resistenza a pubblico ufficiale e false dichiarazioni.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 01 dicembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

03 December - 08:43

In vista delle festività natalizie il Governo ha introdotto nuove misure restrittive che fra le altre cose estendono l’effetto dei Dpcm già emanati. Dal 21 dicembre 2020 al 6 gennaio 2021 saranno vietati gli spostamenti tra Regioni diverse, mentre a ridosso del Natale saranno vietati anche quelli fra Comuni

03 December - 10:17

Il sindaco di Longarone Roberto Padrin ha comunicato la decisione di sospendere l'attività scolastica in presenza fino al 12 dicembre. I troppi casi registrati nel Comune del Bellunese hanno spinto l'amministrazione a decidere "un atto a tutela di bambini, genitori, nonni e personale delle strutture" per rompere la catena infettiva. "Decisione sofferta ma l'unica possibile"

03 December - 09:42

Sono diversi gli incidenti che hanno interessato il territorio altoatesino nella notte tra mercoledì 2 e giovedì 3 dicembre. Le abbondanti nevicate cadute sulla provincia hanno imbiancato le strade, rendendole scivolose. Interventi dei vigili del fuoco si sono resi necessari a Silandro, Naz-Sciaves e Chiusa

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato