Contenuto sponsorizzato

Finge di avere un coltello e rapina un anziano allo sportello di un bancomat. Arrestato un 29enne

E' avvenuto a Merano. Un anziano stava prelevando denaro a uno sportello quando il giovane si è avvicinato e fingendo di avere un coltello nella tasca lo ha minacciato di tirare fuori l'arma se non gli avesse consegnato i soldi. Dopo la rapina, si è dato alla fuga venendo però riconosciuto dai carabinieri. Rischia dai 7 ai 20 anni per le aggravanti del caso

Pubblicato il - 31 October 2019 - 12:16

MERANO. I militari del nucleo operativo e radiomobile carabinieri di Merano sono intervenuti nel pomeriggio di mercoledì 30 ottobre a seguito di una richiesta di aiuto da parte di un cittadino anziano appena derubato del denaro prelevato da uno sportello bancomat del centro. Il rapinatore, descritto come un giovane attorno ai 20 anni, si è avvicinato al povero malcapitato e tenendo una mano in tasca lo ha minacciato affinché gli consegnasse il denaro altrimenti avrebbe estratto il coltello.

 

L'anziano, impaurito, ha obbedito, consegnandogli il denaro appena prelevato. Strappatogli il malloppo di mano, il ragazzo è poi fuggito di corsa. Le ricerche dei carabinieri, scattate immediatamente dopo la segnalazione da parte dell'anziano, hanno portato al fermo del ragazzo, riconosciuto grazie alla descrizione offerta dal derubato.

 

Il ragazzo, un pugliese classe 1990 già noto alle forze dell'ordine per reati contro la persona e il patrimonio, è stato trovato con il denaro ancora addosso ma privo dell'“immaginario” coltello. Arrestato per rapina pluriaggravata, è stato condotto al carcere di Bolzano, dove rimane a disposizione della Procura della Repubblica. Il soggetto ora rischia dai 7 ai 20 anni, avendo collezionato due aggravanti nel reato di rapina – il fatto è infatti stato commesso nei pressi di uno sportello automatico e ai danni di un ultrasessantacinquenne.

 

Il denaro, con grande conforto del malcapitato, è stato restituito al vecchietto.

 

I carabinieri di Appiano, invece, sono intervenuti fuori da un centro commerciale del paese a seguito di una chiamata d'ausilio della locale polizia municipale, in difficoltà nel contenere un 25enne esagitato che, dopo aver inveito contro gli agenti, si è scagliato contro la loro auto di servizio danneggiandola con calci e pugni.

 

L'uomo, un ragazzo maliano con regolare permesso di soggiorno, è stato trovato dai militari in forte stato d'agitazione. Riportato alla calma è stato condotto successivamente alla caserma di via Dante per essere identificato e per le formalità di rito. Il 25enne è stato denunciato a piede libero alla Procura della Repubblica di Bolzano per oltraggio a pubblico ufficiale e danneggiamento dell'auto di servizio. Il danno, infatti, ammonterebbe a diverse centinaia di euro.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 ottobre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
24 ottobre - 09:54
La Cgia di Mestre ha elaborato i dati sui lavoratori che non hanno ancora fatto il vaccino contro il Covid-19. La percentuale più alta si registra [...]
Cronaca
23 ottobre - 17:55
L'incendio in un maso a Rio Bianco in Val Sarentino è scoppiato il 10 ottobre, due persone erano finite in ospedale. Ora la decisione di [...]
Cronaca
24 ottobre - 12:53
La presa di posizione dell'Anpi che spiega:  "Molte di queste provocazioni sono attuate da gruppi di chiara matrice neofascista e [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato