Contenuto sponsorizzato

Estrae il coltello e si fa consegnare cellulare e passaporto: arrestato nello stesso bar dove aveva effettuato il colpo

Il giovane in un primo momento ha assecondato il rapinatore che lo aveva avvicinato all’interno di un bar, salvo poi precipitarsi alla caserma dei carabinieri per denunciare l’accaduto. Il malvivente è stato arrestato mentre si trovava, con la refurtiva ancora addosso, nello stesso locale

Pubblicato il - 14 gennaio 2020 - 13:49

MERANO. È successo tutto nel tardo pomeriggio di ieri, lunedì 14 gennaio, quando alla caserma dei carabinieri di Merano si è presentato un giovane del luogo riferendo al militare di servizio che poco prima, mentre si trovava in bar di via Garibaldi, era stato avvicinato da un uomo residente a Naturno, da lui vagamente conosciuto.

 

Quest’ultimo però con fare poco amichevole gli mostrava un coltello, minacciato anche di colpirlo se non gli avesse consegnato il telefono cellulare e il passaporto.

 

 Il giovane, fortemente intimorito, ha prontamente ubbidito assecondando in un primo momento l’uomo, 32enne, salvo poi precipitarsi in tutta fretta alla caserma dei carabinieri per denunciare l’accaduto.

 

I militari dell’arma si sono attivati immediatamente presentandosi al bar con la vittima e hanno bloccato l’aggressore. Una volta perquisito il 32enne è stato scoperto che aveva ancora indosso ancora passaporto e telefono della vittima.

 

Condotto in caserma e identificato, è stato per questi motivi arrestato con l’accusa di rapina aggravata e pertanto assegnato al carcere di Bolzano.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 06 agosto 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

06 agosto - 19:16

Sembravano due ordini del giorno semplici ed efficaci quelli presentati da Degasperi e Ghezzi eppure la maggioranza ha detto ''no'' ad entrambi. Nel primo caso (vista la riforma che prevede che le Apt raggiungano il 51% dei finanziamenti privati) si chiedeva che si assicurasse la massima chiarezza nell'utilizzo delle risorse pubbliche. Nel secondo che si facessero lavorare le maestranze trentine e si privilegiassero i paesaggi locali anziché quelle ''rubate'' all'estero. Purtroppo è andata male

06 agosto - 18:07

La storia raccontata da Alessandro, papà di Vittoria di 3 anni: "Sono rimasto davvero colpito da tutto l'aiuto che ci è arrivato. Ci eravamo già rassegnati e avevamo pensato di dire alla piccola che il coniglietto fosse partito per una vacanza al mare senza avvisarci, e che non sapevamo quando sarebbe tornato"

06 agosto - 17:45

Complessivamente il Trentino sale a  5.610 casi e resta a 470 decessi da inizio epidemia. Attenzione massima in Alto Adige, trovati 12 positivi nelle ultime 24 ore

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato