Contenuto sponsorizzato

Frana di Schiucaz, nella notte è avanzata di 10 centimetri. In aumento la velocità della colata. Interdetto l'accesso agli abitanti: ''Troppo pericoloso''

Paese sfollato nel Bellunese, sfumata la possibilità per i residenti di entrare nelle loro case a recuperare effetti personali. Fango e detriti si spostano sempre più rapidi

Pubblicato il - 16 maggio 2019 - 12:34

ALPAGO. È continuato nella scorsa notte e sembra stia accelerando con il passare delle ore il movimento della frana di circa 6 mila metri cubi di fango e detriti che incombe sull'abitato di Schiucaz, nel Bellunese (qui, qui e qui articoli).

A essere interessati dall'incombere della frana, che ha iniziato la sua discesa il 12 maggio scorso, sono la strada provinciale (la colata sta deformando la strada che si trova a monte della frazione nel tratto Fail, chiusa per sicurezza) e l'abitato di Schiucaz del comune di Alpago, appunto, che è stato isolato ed evacuato.

Foto Massimo Bortoluzzi tratta da Facebook
Foto Massimo Bortoluzzi tratta da Facebook

Le persone allontanate dalle proprie case sono state 17. Per oggi era prevista per loro la possibilità di un accesso alle loro abitazioni per recuperare beni di prima necessità, preziosi ed effetti personali. Un'eventualità purtroppo sfumata su consiglio dei tecnici che avrebbero sconsigliato, vista la pericolosità della situazione, un passaggio di questo genere.

"Nella notte è avvenuto un movimento di circa 10 centimetri" dice il sindaco di Alpago Umberto Soccal che si sta portando sul posto. E il movimento continua, fa sapere: "Sembra che nelle ultime ore si sia velocizzato".

Foto Massimo Bortoluzzi tratta da Facebook
Foto Massimo Bortoluzzi tratta da Facebook

Questo rispetto ai 5-7 centimetri di spostamento all'ora che era stato calcolato per la colata negli scorsi giorni. L'attenzione sul luogo, dunque, rimane altissima.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.05 del 26 Ottobre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

27 ottobre - 09:25

Andrea Villotti oltre ad essere il numero uno della società che si occupa di gestire il patrimonio immobiliare degli enti pubblici del Trentino (che, però, non pubblica il suo curriculum vitae nonostante i termini siano scaduti per l'Anticorruzione) è direttore emerito del Milton Friedman Institute e all'indomani del dpcm di Conte il suo direttore esecutivo ha comunicato che: ''Il nostro Istituto inizierà una incessante campagna per la disobbedienza fiscale al fianco di tutti quegli imprenditori colpiti da queste assurde misure che minano la convivenza civile''

26 ottobre - 18:38

L'Azienda provinciale per i servizi sanitari in accordo con la Provincia ha disposto la rimodulazione dei servizi per fronteggiare la seconda ondata dell'epidemia coronavirus. Giuseppe Pallanch: "La sensazione è che ci si sia fermati a febbraio e purtroppo siamo preoccupati della capacità di pianificazione e gestione di questa fase dell'emergenza"

27 ottobre - 04:01

È stato lo stesso Fugatti ad ammettere “che non è esclusa l’impugnazione del Governo” e ancora una volta il Trentino ha scelto la via più facile, ma meno sicura, per arrivare allo scontro con il Governo. Se per impugnare l’ordinanza dell’Alto Adige (appoggiata da una legge) servirebbe un lungo e complicato ricorso, per disinnescare quella trentina basta una pronuncia del Tar

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato