Contenuto sponsorizzato

Guidavano ubriachi, un ragazzo e una ragazza denunciati. Ritirate anche le patenti

E' successo durante dei controlli fatti dai militari di Cavalese. Entrambi i due giovani superavano abbondantemente il doppio del limite del tasso alcolico consentito

Pubblicato il - 11 novembre 2019 - 08:30

CAVALESE. Guidavano ubriachi con un tasso di alcol nel sangue ben al di sopra del limite consentito. A finire nei guai nel fine settimana sono stati un ragazzo e una ragazza fermati dai carabinieri di Cavalese durante un servizio straordinario di controllo sul territorio sulle strade delle Valli di Fiemme e Fassa.

 

Nello specifico, procedendo al controllo di un ragazzo del luogo, il giovane è risultato positivo all’etilometro superando abbondantemente il doppio del tasso alcolico consentito.

 

Analogo episodio si è verificato nel centro di Cavalese. In questo caso ad essere fermata è stata una ragazza che, come nel caso precedente, all’alcoltest superava ampiamente il doppio del limite del tasso alcoolico che è di 0,5 microgrammi per litro.

 

In entrambi gli episodi i Carabinieri hanno proceduto, oltre alla denuncia per guida in stato di ebbrezza, al ritiro delle due patenti.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 28 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

29 settembre - 05:01

Una famiglia si trova da martedì scorso tutta a casa in attesa dell'esito del tampone della figlia che da scuola, lunedì, era tornata con il raffreddore. E se ancora non è arrivata l'influenza e i primi raffreddori e mal di gola stanno arrivando proprio in questi giorni cosa succederà con il peggiorare della situazione? Sono sufficienti i tamponi a tenere sotto controllo la situazione?

29 settembre - 08:22

Da Parigi a Madrid l'ondata di virus non si ferma. In Germania è stato individuato un nuovo focolaio dopo una festa in famiglia fatta in un appartamento 

28 settembre - 18:59

Secondo l'Fp Cgil, dal 2013 sarebbero 102 i divulgatori (10 nell'ultimo mese) che hanno abbandonato il principale museo trentino per condizioni di lavoro inaccettabili. Orari non rispettati, contratti peggiorativi, competenze non riconosciute, alcune delle questioni al centro delle rivendicazioni di un settore in stato d'agitazione da ormai un anno

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato