Contenuto sponsorizzato

Il Brenta torna a fare paura in Valsugana. Paratie e sacchi a Borgo. A Barco ha toccato i ponti ed è esondato

Attenzione massima e sistema di protezione civile allertato anche per la giornata di domani. Si temono le onde di piena. Strade e ponti chiusi in diverse località per ragioni di sicurezza

Pubblicato il - 15 novembre 2019 - 20:23

BORGO VALSUGANA. Come un anno fa il fiume Brenta torna a fare paura. A causa delle intense precipitazioni delle ultime ore, rischia di esondare in diversi punti ed è sotto stretta osservazione.

 

A Borgo Valsugana, due squadre dei Vigili del Fuoco sono intervenute per posizionare preventivamente paratie e sacchi lungo i portici: si temono le onde di piena. Oggi pomeriggio, in particolare, era previsto il superamento del livello di guardia. Fortunatamente, però, il fiume è rimasto una trentina di centimetri sotto questo livello.

 

Si registrano criticità, soprattutto, in zona Levico. Il livello del Brenta ha toccato i ponti ed è uscito in prossimità dell'isola ecologica Barco. In via precauzionale, è stato chiuso il ponte in località Laghimorti. Chiuse anche la strada di collegamento tra Santa Giuliana e Barco in località Marangona e la strada di accesso all'isola ecologica in località Someari. Chiuso anche il ponte per Campiello.

 

Al momento la situazione è sotto controllo e il livello del Brenta è costantemente monitorato. Nel tardo pomeriggio e nella serata di domani sono previste altre intense precipitazioni e, per questo, il sistema di protezione civile è già in preallerta. 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 27 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

28 gennaio - 05:01

In una conferenza stampa a senso unico, come al solito, dove è impossibile interloquire e quindi riuscire a capire davvero qualcosa i due vertici dell'Apss hanno provato a spiegare la situazione alla luce dei dati completi mostrati da il Dolomiti in questo grafico dell'Apss. Tra le motivazioni dei troppi decessi il fatto che la popolazione trentina è particolarmente anziana. In valore assoluto, però, l'Alto Adige lo è ancora di più (il 15,6% della popolazione rispetto al 14,1% del Trentino di over 65) quindi quei 350 decessi in più non si spiegano

27 gennaio - 20:46

Sono 236 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 35 pazienti sono in terapia intensiva e 43 in alta intensità. Oggi comunicati 2 decessi. Sono 20 i Comuni con almeno 1 nuova positività

27 gennaio - 21:02

Il deputato della Lega ha incassato l'interessamento dell'associazione Millions of friend in Romania a valutare la possibilità di ospitare un orso attualmente rinchiuso al Casteller. Maturi: "Ora bisognerà comprendere le eventuali incombenze burocratiche e perfezionare eventuali accordi, ma possiamo serenamente affermare che da oggi c'è un cambio di passo"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato