Contenuto sponsorizzato

Il capotreno gli chiede il biglietto, lui lo aggredisce. Nei guai un passeggero della Trento-Malè

Sul treno colpi e spinte al controllore che, ferito, chiama i carabinieri. Denunciato un giovane uomo: accusato di resistenza a pubblico ufficiale e lesioni

Pubblicato il - 11 febbraio 2019 - 10:05

TRENTO. È sfociata in una denuncia di un giovane l'episodio che ieri ha visto aggredito un capotreno in servizio sulla Trento-Malè.

 

È successo attorno alle 17 sul treno che viaggiava in direzione Trento da Mezzana. Una richiesta del controllore relativa al pagamento del biglietto e all'uso di un abbonamento, forse un'incomprensione linguistica con il passeggero (originario del Marocco) avrebbero scatenato la furia dell'uomo che viaggiava sul vagone che avrebbe spintonato e colpito il capotreno. Da quanto ricostruito il viaggiatore avrebbe usato il biglietto sulla tratta Dimaro-Malé poi è sceso ed è risalito obliterando l'abbonamento. Il controllore lo ha fermato e ha provato a spiegargli che le regole vorrebbero che si usi un solo titolo di viaggio. L'uomo non capiva e allo stesso tempo faticava a spiegarsi e ne è nato un parapiglia.

 

Per cercare di riportare la situazione alla normalità è intervenuto, invano, anche un altro passeggero. Il controllore è riuscito a sottrarsi ai colpi del passeggero, a rifugiarsi in cabina e a chiamare i carabinieri. Che, intervenuti, hanno fatto scendere l'uomo dal treno. Per lui è scattata una denuncia con le accuse di lesioni personali e resistenza a pubblico ufficiale.

 

Il capotreno è stato soccorso all'ospedale e dimesso con una prognosi di tre giorni.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.34 del 19 Ottobre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

21 ottobre - 19:36

Tra i principali indiziati ci sono i cambiamenti climatici, in particolare il caldo di fine giugno che ha sicuramente influito negativamente sul raccolto di quest’anno. Ma secondo i 1400 olivicoltori del Garda Trentino “Condizioni simili non si sono mai verificate in precedenza”

21 ottobre - 19:11

Menù indubbiamente affascinante, complesso nel suo rigore, meditato, tecnicamente evoluto, ma per nulla complicato. Studiato con il carisma indiscutibile di un "maestro dei fornelli" oltre che persona colta. Affermazione non casuale: Alfio Ghezzi "vede" oltre il cibo, entra nella cultura più coinvolgente, quella con la "C" maiuscola

21 ottobre - 16:08

La richiesta arriva dalle associazioni ambientaliste (e non solo) praticamente al termine del primo anno di attività. Un anno che si è caratterizzato per le associazioni per ''una incredibile serie di dichiarazioni ed azioni che poco o nulla hanno a che fare con la tutela ambientale. Dichiarazioni e azioni che vanno anzi nella direzione contraria, con un ulteriore sfruttamento economico dell’ambiente e della natura''

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato