Contenuto sponsorizzato

Il cervo attraversa loro la strada e non riescono a evitarlo: due motociclisti in gravi condizioni al Santa Chiara

L’ungulato è sbucato all’improvviso dal buio, l’inevitabile impatto è stato molto violento. Con i  due centauri che sono stati sbalzati a terra mentre l’animale è morto in seguito alle ferite riportate

Foto d'archivio
Pubblicato il - 17 settembre 2019 - 10:26

ALA. Stavano percorrendo la strada provinciale 90 della destra Adige in sella alla loro Honda Vf 750, intorno alle 23e30.

 

La coppia, un roveretano di 46 anni e una 39enne di Trento, stava rientrando verso casa quando, improvvisamente all’altezza di Chizzola (frazione di Ala), un cervo ha attraversato loro la strada.

 

Nonostante il mezzo non procedesse a velocità sostenuta i due non sono riusciti a evitare lo scontro. L’animale è sbucato dal buio in un punto dove è molto raro incrociare gli ungulati.

 

L’impatto è stato violentissimo sbalzando i due centauri di sella e facendoli rovinare sull’asfalto, l’animale invece è morto in seguito alle ferite riportate.

 

Sul posto si sono precipitati i vigili del fuoco e i sanitari ma per soccorrere la coppia si è reso necessario l’intervento dell’elicottero.

 

Entrambi i motociclisti sono stati trasportati d’urgenza all’ospedale Santa Chiara di Trento con lesioni e fratture varie, fortunatamente non sarebbero in pericolo di vita.

 

Sul luogo dello scontro sono arrivati anche i carabinieri per eseguire i rilievi del caso. Dopodiché si è provveduto anche a recuperare la carcassa dell’animale.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 01 giugno 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

03 giugno - 13:06

La Cgil non ha approvato le linee guida perché anche in questo caso non ha partecipato l'Inail ma ha contribuito a far cambiare alcune disposizioni. Mazzacca: ''Restano alcune perplessità, tra cui la più significativa è quella legata al numero di insegnanti per bambino. La nostra proposta era quella di un rapporto più basso, fino uno a cinque. La Provincia ha proposto uno a dieci. C’è stato comunque un passo avanti”

02 giugno - 20:58

Riaprono i confini, così come le frontiere, quindi il comparto turistico è pronto a ripartire dopo tre mesi di lockdown. Le varie Aziende per il turismo hanno delineato diverse azioni per salvare la stagione estiva, mentre Trentino Marketing ha fatto partire una campagna promozionale. Molto si potrebbe giocare anche sul flusso di prossimità per una specie di ritorno alle vacanze anni '70

03 giugno - 11:39

I laboratori dell'Azienda sanitaria altoatesina nelle ultime 24 ore hanno effettuato 322 tamponi e nessuno è risultato positivo. Continua a essere ormai stabilmente rassicurante la curva epidemiologia in Provincia di Bolzano

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato