Contenuto sponsorizzato

Lite nei giardini della stazione, un giovane colpito con dei cocci di bottiglia. Un 29enne espulso dal territorio nazionale

La vittima, un nigeriano di 25 anni con regolare permesso di soggiorno, aveva lesioni alla mano e una dietro la nuca, all’altezza del collo. Fermato un 29enne senegalese trovato con dei cocci di bottiglia sporchi di sangue

Pubblicato il - 15 June 2019 - 12:57

BOLZANO. Una lite furibonda fra stranieri che ha portato al ferimento di un ragazzo di 25 anni raggiunto da dei cocci di bottiglia.

 

E' successo nei giorni scorsi davanti alla stazione ferroviaria di Bolzano. L'allarme era stato lanciato dai cittadini che si sono accorti della lite nei giardini della stazione.

 

La volante della polizia che si è subito portata sul posto ha subito notato diversi extracomunitari allontanarsi velocemente, mentre due erano ancora a stretto contatto.

 

Raggiunti i contendenti, uno era a terra dolorante mentre l’altro cercava di scappare. Fermato poco dopo è stato trovato in possesso di alcuni cocci di bottiglia sporchi sangue.

 

La vittima, un nigeriano di 25 anni con regolare permesso di soggiorno, aveva lesioni alla mano e una dietro la nuca, all’altezza del collo. Prontamente soccorso dai sanitari, prima di essere condotto in ospedale, è riuscito ad indicare l’uomo fermato dai poliziotti quale responsabile dell’aggressione.

 

Per queste ragioni il 29enne senegalese, con diversi precedenti penali e privo di permesso di soggiorno, è stato tratto in arresto per il reato di lesioni personali aggravate.

 

In poche ore, verificata la posizione irregolare sul territorio nazionale, è stato emesso nei suoi confronti un provvedimento di espulsione a firma del Questore di Bolzano, con successivo accompagnamento presso il Centro per il Rimpatrio di Roma.

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
29 novembre - 20:12
Dalle prime ricostruzioni il ragazzo si sarebbe trovato tra il binario 1 e 2 quando è arrivato il treno merci. Sul posto le forze dell'ordine [...]
Montagna
29 novembre - 18:46
L’appello della blogger e alpinista Sara Lazzari per salvare l’ospedale che cura i bambini con l’asma: “Devo tutta la mia vita alla [...]
Cronaca
29 novembre - 18:28
La notizia è di queste ore e rimbalza sui siti e sui giornali svizzeri perché la richiesta era stata avanzata dal Paese Elvetico. Ma analizzati i [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato