Contenuto sponsorizzato

Lite nei giardini della stazione, un giovane colpito con dei cocci di bottiglia. Un 29enne espulso dal territorio nazionale

La vittima, un nigeriano di 25 anni con regolare permesso di soggiorno, aveva lesioni alla mano e una dietro la nuca, all’altezza del collo. Fermato un 29enne senegalese trovato con dei cocci di bottiglia sporchi di sangue

Pubblicato il - 15 giugno 2019 - 12:57

BOLZANO. Una lite furibonda fra stranieri che ha portato al ferimento di un ragazzo di 25 anni raggiunto da dei cocci di bottiglia.

 

E' successo nei giorni scorsi davanti alla stazione ferroviaria di Bolzano. L'allarme era stato lanciato dai cittadini che si sono accorti della lite nei giardini della stazione.

 

La volante della polizia che si è subito portata sul posto ha subito notato diversi extracomunitari allontanarsi velocemente, mentre due erano ancora a stretto contatto.

 

Raggiunti i contendenti, uno era a terra dolorante mentre l’altro cercava di scappare. Fermato poco dopo è stato trovato in possesso di alcuni cocci di bottiglia sporchi sangue.

 

La vittima, un nigeriano di 25 anni con regolare permesso di soggiorno, aveva lesioni alla mano e una dietro la nuca, all’altezza del collo. Prontamente soccorso dai sanitari, prima di essere condotto in ospedale, è riuscito ad indicare l’uomo fermato dai poliziotti quale responsabile dell’aggressione.

 

Per queste ragioni il 29enne senegalese, con diversi precedenti penali e privo di permesso di soggiorno, è stato tratto in arresto per il reato di lesioni personali aggravate.

 

In poche ore, verificata la posizione irregolare sul territorio nazionale, è stato emesso nei suoi confronti un provvedimento di espulsione a firma del Questore di Bolzano, con successivo accompagnamento presso il Centro per il Rimpatrio di Roma.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.34 del 19 Ottobre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

21 ottobre - 19:36

Tra i principali indiziati ci sono i cambiamenti climatici, in particolare il caldo di fine giugno che ha sicuramente influito negativamente sul raccolto di quest’anno. Ma secondo i 1400 olivicoltori del Garda Trentino “Condizioni simili non si sono mai verificate in precedenza”

21 ottobre - 19:11

Menù indubbiamente affascinante, complesso nel suo rigore, meditato, tecnicamente evoluto, ma per nulla complicato. Studiato con il carisma indiscutibile di un "maestro dei fornelli" oltre che persona colta. Affermazione non casuale: Alfio Ghezzi "vede" oltre il cibo, entra nella cultura più coinvolgente, quella con la "C" maiuscola

21 ottobre - 16:08

La richiesta arriva dalle associazioni ambientaliste (e non solo) praticamente al termine del primo anno di attività. Un anno che si è caratterizzato per le associazioni per ''una incredibile serie di dichiarazioni ed azioni che poco o nulla hanno a che fare con la tutela ambientale. Dichiarazioni e azioni che vanno anzi nella direzione contraria, con un ulteriore sfruttamento economico dell’ambiente e della natura''

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato