Contenuto sponsorizzato

Maltempo, raffiche di vento spezzano gli alberi: gravemente feriti un bimbo di tre anni e la sua mamma

Chi ha assistito alla scena ha parlato di una sorta di tromba d'aria che ha seguito il percorso del Passirio. La stazione meteorologica di Marlengo ha registrato una raffica di 85 km/h

Pubblicato il - 11 giugno 2019 - 19:48

MERANO. Chi ha assistito alla scena parla di una sorta di tromba d'aria che ha seguito il corso del Passirio finendo per spezzare rami e abbattere alberi. Quel che è certo è stata registrata una raffica di vento di circa 85 km/h e un grosso albero si è spezzato proprio sopra un bar nei pressi del ponte della Posta e sono rimasti feriti un bambino di tre anni e una ragazza di 24, la madre del piccolo, turisti tedeschi in vista nella cittadina altoatesina. 

 

Sul posto sono subito stati chiamati i soccorsi, vigili del fuoco, forze dell'ordine e sanitari. Vista la gravità dell'incidente è stato chiesto l'intervento del Plikan 1, che ha trasportato il bimbo all'ospedale di Bolzano in condizioni critiche mentre la madre è stata portata al nosocomio di Merano.

 

Il crollo è stato causato da una forte raffica di vento, che si è improvvisamente alzato annunciando l'arrivo di un temporale. Alla stazione meteorologica di Marlengo, poco lontano da Merano, è stata registrata infatti una raffica di 85 km/h. L'incidente si è verificato in pieno centro sulle passeggiate d'Inverno, che costeggiano il fiume Passirio, nei pressi del Kursaal. L'albero secolare è stato letteralmente spezzato in due.

 

E anche altri alberi e altre piante in zone diverse sono crollate per un pomeriggio di giugno di grande paura. Pochi giorni fa gli accessi al fiume erano stati chiusi per rischio di piena. Sulle montagne, infatti, si stanno sciogliendo molto rapidamente neve e ghiaccio e la portata del fiume ha raggiunto dei livelli di guardia (QUI ARTICOLO).

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 16 agosto 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

17 agosto - 19:21

Dopo l'azione degli Schützen di ieri, che hanno coperto i nomi tedeschi in 600 cartelli per denunciare l'ingiustizia della non ufficialità dei toponimi tedeschi, la questione torna al centro del dibattito. Delle Donne: "E' meramente politica, fu l'Svp a non renderla ufficiale". Klotz: "Si vuole dare valenza istituzionale a nomi fascisti e inventati. L'azione degli Schützen evidenzia l'ingiustizia"

17 agosto - 12:12
Le tracce del plantigrado sono state trovate nelle vicinanze di malga Ora a quota 1.875 metri tra il passo Lavazè in val di Fiemme e Nova Ponente sul versante altoatesino. Le orme sono state rilevate dopo che altre tracce erano state lasciate dal plantigrado nel territorio del comune di Giovo sul versante di Faedo. La Provincia conferma
17 agosto - 18:39

E' successo questo pomeriggio. A perdere la vita è un uomo di 54 anni che stava percorrendo la strada dal Tonale verso Vermiglio. Sul posto vigili del fuoco, soccorsi sanitari, elicottero e carabinieri 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato